Autore

Solo due giorni orsono abbiamo affrontato il problema sulla diversità  fra gli arbitraggi internazionali e quelli nostrani, ed ecco che si pone già un caso in merito ad una partita dove la fiscalità ha con ogni probabilità travalicato il regolamento, spingendo la coppia arbitrale a diventare la vera protagonista dell'incontro, a scapito di chi, in tutta sincerità, lo è davvero: i giocatori in vasca.

Non vogliamo esprimere giudizi, che lasciamo ai lettori ed a chi ha visto la partita in streaming.
Riportiamo solo le note del tabellino della partita RN Savona-Nuoto Catania e le dichiarazioni ufficiali di alcuni protagonisti.
Siamo certi che per chi affronterà la "videoanalisi" della gara ci saranno spunti molto interessanti.

RN Savona - Nuoto Catania
Superiorità numeriche: Savona 13, Catania 13
Note: uscito per limite di falli nel IV tempo G.Torrisi(C).
Ammonito e poi espulso nel II tempo Alberto Angelini(all. Savona).
Ammonito per proteste nel IV tempo Giuseppe Dato(all. Catania.
Espulsi nel IV tempo (EDCS): Danilovic(C), G.Bianco(S), Kakar(C).
Espulsi per proteste nel IV tempo Corsello(dir.acc. Catania), Bocchino (dir.acc. Savona).

Giuseppe Gervasio,vice presidente del Savona e Consigliere Federale: «E' stata una gran bella partita. Ottima prestazione della nostra squadra, resa difficile da un arbitraggio che ha fatto di tutto per riportare in partita il Catania. Per fortuna è andata bene».

Alberto Angelini, allenatore RN Savona: «Complimenti ai ragazzi che hanno vinto una partita che è stata ad un certo punto falsata ed innervosita da decisioni discutibili. Allo stesso tempo devo fare i complimenti al Catania che da neo promossa si è presentata esprimendo un gioco di qualità. faccio mea culpa per essermi innervosito per un gol annullato a mio avviso ingiustamente per colpa della giuria. Vorrà dire che in futuro cercherò di mantenere la calma anche di fronte a cose che continuo a non capire».

Giuseppe Dato, allenatore Nuoto Catania: «Abbiamo pagato inizialmente sia per demeriti nostri che per merito del Savona. Poi la partita è cambiata e siamo riusciti a recuperare. Ma è stata una gara molto nervosa, tirata, con tante espulsioni. Alla fine abbiamo avuto l'occasione anche per trovare il pari sul 7-6, ma abbiamo sbagliato e preso il doppio svantaggio. Bravi i due portieri, Soro e Jurisic. Credo che comunque la gara poteva essere gestita meglio dalla coppia arbitrale, che ha anche dato una tripla espulsione».

 

11 / 11/ 17