Sembra una fotografia. In realtà è un pastello su carta disegnato a mano che racchiude due occhi gonfi di lacrime e rossi, infuocati come un sole stanco al tramonto d’estate, che sbucano tra un cappello di corsia e una mascherina tesi a proteggere la testa da pensieri di solitudine e la bocca da fiumi di parole di dolore.
Un’opera (Covid-19) dedicata a migliaia di operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta alla pandemia accompagnata da una dedica speciale tra speranza e commozione, che mette il sigillo a una breve ma intensa carriera artistica tra sport, iperrealismo e pop art del nuotatore fiorentino della Rari Nantes Florentia, della Nazionale Italiana e dell’Esrecito, Lorenzo Zazzeri, in arte Zazzart.
Un talento per l’arte che il venticinquenne fiorentino, argento agli Europei 2018 di Galsgow e di Copenaghen 2017, divide e condivide tra le piscine di tutto il mondo, la divisa dell’esercito, gli studi universitari e la famiglia.
Acquerello, olio, tempera, acrilico, matite colorate, carboncino, gessetti, pastelli a olio, affreschi e lunghe bracciate, sin da giovanissimo appena diplomato al liceo Diplomato c/o il Liceo “Leon Battista Alberti” di Firenze, accompagnano il mondo quotidiano e introverso dell’atleta fiorentino alla ricerca di nuove forme di espressione artistica tra i ritratti dei colleghi Gregorio Paltrinieri, Filippo Magnini e i celebri volti di Giuseppe Verdi, Matt Damon, Gianni Morandi e tanti altri.
Di recente ha partecipato a numerose mostre ed eventi, tra cui il Premio Contest ACF Fiorentina 2014; Pubblicazione a catalogo fiera internazionale "Verdi OFF" 2016 (Parma); Pubblicazione a catalogo Florence Biennale 2017; Pubblicazione a catalogo mostra "Art Symposium" presso galleria Merlino Firenze 2019; Pubblicazione a catalogo fiera internazionale Innsbruk Art Fair 2020 (Austira); Pubblicazione a catalogo mostra "Marbella On Tour" 2020 (Spagna).

 

02 / 04/ 20