C'era una volta un regolamento, quello della FINA, che prevedeva l'accesso diretto in semifinale alle squadre che vincevano i loro gironi eliminatori. Poi, dopo le Olimpiadi di Pechino, la smania di cambiare assedia il palazzo: così ecco che tutto viene rivoluzionato. Le due migliori formazioni che vincono i loro gironi dovranno giocare i quarti, poi, se lo meriteranno, le semifinali, quindi le finali. Ed allora ecco i calcoli, le gare giocate a perdere per evitare incroci difficili. USA e Italia, hanno vinto i loro gironi, sono passate ai quarti, stravinto le semifinali ed adesso si giocano l'oro. Uniche squadre dei due tornei di pallanuoto ad aver vinto tutte le gare. Lo capiranno all'Avenue de l'Avant-Poste 4 di Losanna che mai cambiamento fu così tanto scellerato?
L'Italia, unica nazione partecipante alle Olimpiadi, ha piazzato due squadre in semifinale. Una s'è arenata, complice anche un arbitraggio non all'altezza, l'altra è volata in finale.
Questa sera il Setterosa (ore 20.30 italiane), giocherà per il podio più alto. Non sarà facile, vista la caratura delle avversarie, che già ai mondiali del 2003 a Barcellona, s'imposero 8-6 sulle azzurre di Pierluigi Formiconi. Fu una gara tirata: come recita un copione ormai consunto contro gli USA il Setterosa ha sempre sofferto. Poi nel 2004, ecco la prima Olimpiade d'oro.
Stasera si cerca la replica: a sedici anni di distanza l'Italia rivuole quell'oro.
«E' il sogno di ogni atleta ed ogni tecnico arrivare a giocarsi la finale olimpica» aveva dichiarato il Ct Conti dopo la splendida vittoria sulla Russia in semifinale.
Noi ci permettiamo di correggerlo: ««E' il sogno di ogni atleta ed ogni tecnico arrivare a vincere l'oro».

Il programma

Finale 1° posto
Italia - USA (ore 20.30)

Finale 3° posto
Ungheria - Russia (ore 16,20)

Finale 5° posto
Australia - Spagna (ore 19.10)

Finale 7° posto
Brasile- Cina (ore 15.00)

 

19 / 08/ 16