Autore

Se LEN e FINA ( e di conseguenza il CIO) decidessero di sedersi ad un tavolo, anche in segreto, per cercare di mettere un punto fermo ad una ridda di voci e decisioni spot sulla pallanuoto, forse si riuscirebbe a concentrare l'attenzione del movimento su argomenti che potrebbero concretizzarsi verso una più intensa divulgazione di tale sport.
Invece, ognuno va per la sua strada, per tirare gocce d'acqua al proprio mulino, offuscando inevitabilmente le menti di chi sta cercando vie d'uscita da un'empasse storica per la pallanuoto.

Il CIO ha accolto di ridurre  a 11 il numero dei giocatori per squadra ai prossimi giochi Olimpici di Tokyo.
Totalmente opposto il parere della LEN: verrà sottoposta al Bureau l'aumento dei giocatori per squadra, già dai prossimi Campionati Europei di Barcellona, da 13 a 15, secondo quanto dichiara il magazine waterpology.com.
Come funzionerà questa innovazione ? Presto detto: gli allenatori consegneranno una lista di 13 giocatori due ore prima di ogni partita, al Technical Meeting, ed ogni atleta dovrà conservare per tutta la manifestazione il numero di calottina. Si potrà, così, cambiare squadra per ogni incontro, concedendo un turno di riposo a chi ha problemi, specie nei concentramenti preliminari delle coppe, quando si giocano anche due partite al giorno. Questa regola sarà adottata per tutte le gare LEN della prossima stagione.
Il sistema di qualificazione per la nuova Europa Cup della LEN sarà cambiato. resteranno immutate le fasi finali, con Final Eight per gli uomini e la Final Six. Se il Bureau adotterà questi cambiamenti, ci saranno 16 squadre nella fase preliminare della competizione maschile, mentre saranno 12 quelle nella competizione femminile. Le prime otto formazioni maschili e sei migliori squadre femminili ai Campionati Europei del 2018 si qualificheranno direttamente per i preliminari.
Secondo il magazine waterpology la LEN starebbe per concordare con la FINA un nuovo sistema di qualificazione per i gironi europei per la Super Final di World League. Se le due federazioni raggiungono l'accordo, le quattro migliori formazioni maschili e femminili in Coppa Europa si qualificheranno per la Super Final della World League. E sarebbe anche allo studio un campionato Europeo Under 15.

Ma c'è anche il risvolto della medaglia. La FINA, infatti, vuole mettere mano a tutti i costi alle "regole" della pallanuoto. Ecco così che ha proposto alle squadre che prenderanno parte alla Super Final in programma ad Auckland, in Nuova Zelanda, di sperimentare alcune novità, più una revisione del fallo di brutalità. Ma assurdità più grandi non avremmo potuto immaginare.

Alleghiamo il file originale inviato dalla FINA, specificando che non abbiamo pubblicato il menabò del programma «Oggi le comiche».





 
14 / 03/ 18

Potrebbero interessarti