Neppure Paganuzzi e Tafuro, che pure sono due irriducibili, sperano in qualcosa di diverso da una sconfitta onorevole a  Camogli e Mompiano. Lazio ultima senza punti in casa della Pro Recco che è l'unica a punteggio pieno, appena appena meno evidente il divario tra Brescia, secondo, che ospita il Quinto penultimo. Proprio in queste sfide però i giovani genovesi e romani si possono fare le ossa per le gare che contano.  Attenzione a Canottieri-Sport Management il vero scontro al vertice della sesta giornata, sempre ricordando che il team partenopeo  recupererà il derby con il Posillipo mercoled' 23 novembre alle ore 15 alla Scandone.  A Siracusa si deciderà chi è "la meglio rivelazione" tra Ortigia e Trieste, mentre a Savona e Bogliasco c'è il crocevia tra sicurezza (e un pensierino ai play off) e incertezza (e un brivido di play out). Salvezza tout court a Roma, tra una Vis Nova e un Torino che non hanno ancora trovato un assetto convincente. 

Pro Recco (p. 15)- SS Lazio (p. 0). 

Al Boschetto la Lazio non dispone di Di Rocco, Leporale e Washburn. Mister Tafuro spera di riaverli per la delicata sfida di sabato prossimo con il Torino, è logico che non li rischi in una gara segnata. Vitale è invece alle prese con la febbre e le sue condizioni saranno valutate a poche ore dalla partita. Prima convocazione per Franco Morolli, promettente difensore U17.  Presenta l'incontro Alessandro Mele: "Sicuramente una partita così già è difficile in più ci si sono messe le assenze, sarà in ogni caso una sorta di allenamento"

AN Brescia (p. 13)-SC Quinto (p. 1)

Dopo la proficua serie di allenamenti svolti insieme alla nazionale maggiore, e ritrovati Randelovic e Ubovic protagonisti, con la Serbia, nella prima tornata di World League, l’An Brescia è pronta a riprendere il cammino.  In ogni caso, il match con il Quinto sarà una delle due importanti tappe di avvicinamento (l’altra sarà, sabato 26, la partita di Roma con la Vis Nova) al debutto nel girone A di Champions League, in casa dell’Olympiacos, ovvero dei vice campioni europei, e, dunque, anche per questo motivo, la concentrazione sarà ai massimi livelli.

Il tecnico del Quinto Marco Paganuzzi: "Dobbiamo infatti continuare a crescere, non arrestare quel processo costante di miglioramento che ho visto dalla prima ad adesso. Per farlo, è utile anche e soprattutto giocare contro squadre così forti. Dalla tenuta della squadra in questo tipo di incontri si capiscono molte cose dal punto di vista caratteriale". A livello di formazione rientra Filippo Bianchi, fuori dai giochi con i capitolini, mentre sarà indisponibile Francesco Brambilla. 

Canottieri Napoii (p.9*)- Sport Management (p. 13) 

Per la BPM Sport, dopo la bella prestazione contro il Brescia e l’esito benevolo del sorteggio di Euro Cup (contro gli ungheresi del Vasutas, ndr), in programma c’è la trasferta partenopea. Gu Baldineti, che da giovedì mattina ha potuto contare anche su Blairy e Jelaca, rientrati dagli impegni in World League con le rispettive nazionali (Francia e Georgia, ndr): "Fare risultato a Napoli sarà importante per dare continuità a quanto fatto contro il Brescia sabato scorso. La Canottieri Napoli è attualmente la quarta forza del campionato. Rispetto allo scorso anno non ha più Brguljan, ma ha preso Giorgetti, quindi il livello è lo stesso. Noi dovremo essere concreti a uomo in meno e lavorare bene in attacco anche perché, statistiche alla mano, negli ultimi anni la Canottieri Napoli è la squadra che ha il più alto differenziale tra espulsioni a favore e subite”.

CC Ortigia (p. 9) - PN Trieste (p. 6)

Si gioca all’aperto (le previsioni dicono che pioverà forte) e nell’insolito orario delle 12.Tutti a disposizione i giocatori siracusani con Patricelli, il secondo portiere Caruso e Giacoppo in acqua con le maschere protettive per le microfratture subite al naso.  "Disciplina e sapienza in vista di questa partita difficile – commenta il tecnico Giannouris – I ragazzi non si sono risparmiati per tutta la settimana. Non sarà un match facile. Trieste è una buona squadra." Il match sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Circolo Canottieri Ortigia.

L'obiettivo della Pallanuoto Trieste sponsorizzata Samer & Co. Shipping è riscattare la mezza beffa di sabato scorso. Anche Filippo Ferreccio è tornato ad allenarsi e con ogni probabilità tornerà ad indossare la calottina numero 4 dopo lo stop forzato. Mentre si profila un ballottaggio tra Jacopo Giacomini e Amel Turkovic.  “Ci siano allenati bene – spiega il tecnico Stefano Piccardo – Dovremo giocare una gara molto accorta, bisognerà evitare di perdere palloni a centrovasca o sugli esterni, difendere con ordine e attaccare con criterio. L’Ortigia ha tante buone individualità, sabato scorso ha battuto l’Acquachiara alla Scadone. In più c’è la difficoltà di giocare all’aperto e in un orario non certo abituale”.

RN Savona (p. 8) - AS Acquachiara (p. 6)

I padroni di casa senza Piombo e con diversi giocatori in forse. Gli ospiti sono in un momento di passaggio. La giovane età media della squadra è il motivo principale degli alti (derby con la Canottieri Napoli) e bassi (sconfitta di sabato scorso contro l'Ortigia). E' dunque un autentico rebus la partita che attende Lapenna e compagni alla Zanelli, ma dalle parole del capitano biancazzurro traspare una certa fiducia: "Abbiamo lavorato molto questa settimana - dice Federico Lapenna - sugli errori che ci sono costati la sconfitta contro l'Ortigia. Ovviamente cercheremo di non ripeterli". A Savona Lapenna ritroverà Alberto Angelini "che è stato il mio capitano nella prima stagione a Recco. Oggi è diventato un ottimo allenatore, capace di ottenere sempre il massimo dai suoi giocatori. Ne è testimonianza l'eccellente campionato che ha disputato finora il Savona". Ad attendere l'Acquachiara ci sarà anche l'ex Sadovyy. L'anno scorso segnò una valanga di gol. L'Acquachiara, che giocherà alla Zanelli con la stessa formazione di sabato scorso fatta eccezione per Confuorto, che riprenderà il suo posto ceduto sabato scorso a Ciardi contro l'Ortigia.

Bogliasco 1951 (p. 4) - CN Posillipo (p. 7*)

Alla Vassallo arriva il Posillipo. “Avremo davanti una squadra esperta capace ogni anno di dire la sua – dichiara il centrovasca del Bogliasco Duilio Puccio - Rispetto alle ultime stagioni si sono ulteriormente rinforzati con nuovi giocatori.”. Una gara da non sbagliare per il Bogliasco, reduce dalla prima vittoria stagionale, quella di sabato scorso nella vasca della Lazio, ma ancora a secco di successi in casa: “Diciamo – prosegue Puccio - che dopo un inizio molto promettente contro Savona, abbiamo affrontato le due partite con Vis Nova e Torino in un modo non certo positivo. Ci aspettavamo qualcosa di più e dovevamo fare meglio, soprattutto contro Torino. Però ci siamo ripresi con la Lazio, andando a vincere in una vasca molto ostica come quella di Roma contro una squadra ben attrezzata”.

Il Posillipo affronta questa gara guardando già ai prossimi tre incontri di assoluto rilievo, che vedranno i rossoverdi protagonisti, sempre in casa, mercoledì 23 novembre, nel recupero del derby cittadino contro la Canottieri
Napoli, rimandato per gli impegni di Coppa delle napoletane, sabato 26 novembre, nell’incontro clou del Torneo con i Campioni d’Italia della Pro Recco, e a seguire il 30 novembre nella difficile sfida di andata, alla Scandone, per i quarti di finale  dell’Euro Cup, con i montenegrini dello PVK Jadran Hergeg Novi. Il tecnico Mauro Occhiello: "Abbiamo lavorato a ranghi incompleti per gran parte della settimana per i cinque assenti, tre convocati per il collegiale della Nazionale italiana, Cuccovillo, Marziali e Renzuto Iodice, e due, Vlachopoulos e Subotic, nelle rispettive nazionali, la Grecia e la Serbia, impegnate in World League"

Roma Vis Nova (p. 4) - Torino '81 (p. 3)

La prima, vera, grande sfida salvezza.  In casa Roma Vis Nova c’è voglia di far bene, sono tornati carichi e motivati dai vari impegni con le rispettive nazionali Gianmarco Nicosia, Giacomo Gianni e Andria Bitadze. Da prestare attenzione alle varie bocche da fuoco torinesi, Vuksanovic, Gaffuri, Filipovic. Ex di turno Rene Bezic. Mister Ciocchetti: “Abbiamo una grande opportunità prendere i tre punti davanti il nostro pubblico e battere una diretta concorrente. Per strada abbiamo già lasciato diversi punti ecco perché dobbiamo approfittarne. Torino è una buona squadra, fisica e che nuota molto. Ha dato del filo da torcere e a molte, è difficile staccarsi da loro”.

18 / 11/ 16