Primo contraccolpo per la sconfitta di Champions: Vladimir Vujasinovic, tecnico della Pro Recco, al suo secondo anno in panchina, è stato licenziato dal club biancoceleste. E' stato lo stesso tecnico a confermarlo al nostro sito.

Dal 2016, cioè da quando arrivò al Recco, ha vinto due scudetti e due coppe Italia consecutivamente.
Vujasinovic, classe '74, ha indossato la calottina biancoceleste dal 2001 al 2008, dopo che l'allora dirigenza, capeggiata da Fabrizio Parodi, lo strappò alla Roma, con cui aveva vinto lo scudetto nel 1999. E' stato la bandiera del Recco negli anni 2000, tanto da meritarsi l'appellativo "Vlado Sindaco".
Sulla panchina del Recco è succeduto a Amedeo Pomilio, dopo che anche con il pescarese, sfuggì l'obiettivo della Champions.
Vlado, come è chiamato affettuuosamente Vujasinovic, paga la sconfitta bruciante di Champions. Già lo scorso anno, la formazione ligure inciampò sull'ostacolo Jug in semifinale. Sabato scorso, la sconfitta in finale con l'Olympiakos ha fatto da "interruttore" nel rapporto fra il tecnico e la società.
Sopratutto il patron Gabriele Volpi è apparso molto contrariato in tribuna: ed è chiaro che, come sempre accade in questi frangenti, chi ne fa le spese è il tecnico.

Adesso si apre il toto successione: radio vasca mormora insistentemente di un doppio impiego di Sandro Campagna. Indubbie le capacità del Ct ma riuscirebbe a districarsi fra nazionale e i molti impegni del Recco? E poi Paolo Barelli lo lascrebbe andare? Interrogativi che solo nei prossimi giorni saranno svelati. 

12 / 06/ 18

Potrebbero interessarti