Autore

Passignano comune che sfiora i 6000 abitanti sito in provincia di Perugia sul lago Trasimeno, sarà l'unico riferimento del centro Italia per la pallanuoto in acque libere.
E' stato infatti siglato un accordo tra la FIN, il Comune e l’Associazione Rematori, in linea con le nuove tendenze europee, si sperimenterà una nuova formula di pallanuoto, giocata appunto direttamente all’interno del bacino lacustre, dove verranno montati i campi di Acquagol.

L’accordo siglato ha una durata di cinque anni e prevede la fornitura gratuita, da parte della Lega europea (LEN ?) di due campi che verranno montati nei pressi del pontile della navigazione pubblica. Ad utilizzarli in primo luogo saranno gli atleti under 13 che prenderanno parte ai tornei estivi, manifestazione sportiva che prevede per il prossimo luglio l’arrivo al Trasimeno di 13 squadre e un indotto di circa 700-800 persone.

Ma la speranza dei promotori è che lo sport della pallanuoto metta radici al Trasimeno e tali campi possano essere utilizzati anche per scopi diversi durante l’intera stagione estiva.

Bene che anche l'Umbria inizi a ideare manifestazioni per la pallanuoto giovanlle, la location a primo acchitto è davvero suggestiva. Consultando i dati dell'ARPA Umbria ci sono molti punti balneabili secondo rilevazioni datate 2013-2016, non ci sono dati aggiornati. In ogni caso si tratta di acque alimentate per lo più da fonti pluviali e da torrenti di immissione artificiale.
Saremo sicuramente ripetitivi, ma, a meno che non ci siano mecenati locali in ballo, perchè a livello istituzionale non valorizzare località balneari della costa italiana che potrebbero dare tantissima visibilità alla pallanuoto prima di sedi che, con tutto il rispetto per il Trasimeno e i suoi comuni, destano qualche perplessità?

14 / 12/ 17