Autore

Alla fine è arrivato l’ufficialità. Sandro Calcaterra è il nuovo allenatore della Roma Vis Nova. «Prendere in mano una squadra di A2 che ha un nome importante ti carica di responsabilità, ma c’è voglia di costruire. Ringrazio molto il Presidente Marco Ferraro per avermi dato questa opportunità, mi sento pronto e allo stesso tempo emozionato e molto motivato, è una nuova sfida, in carriera non mi sono mai tirato indietro e ho sempre affrontato tutto in maniera diretta, darò tutto me stesso»
Il rilancio per Sandrone partirà dai giovani:« Il gruppo sarà composto da giovani e da qualche giocatore di esperienza, dunque nel segno della continuità. I migliori elementi verranno in prima squadra e daranno il massimo per emergere, sono anche convinto che i “senatori” daranno una mano sia al sottoscritto, sia alla causa. L’obiettivo è creare uno zoccolo duro su cui porre le basi e ambire al passaggio di categoria. Vogliamo che tutti i giovani si identifichino nella bandiera».
Esperienza da vendere, ha disputato sia a livello di club che di nazionale, tutte le competizioni possibili. «Da ogni tecnico che mi ha allenato (Porzio,Campagna, Formiconi, De Crescenzo), ho appreso qualcosa. Il mio pensiero va anche a una persona di spessore come Cristiano Ciocchetti. Lavorare con i ragazzi ti dà grandi soddisfazioni, anche se ci vuole pazienza, a volte ti fanno uscire dai binari, ma è molto stimolante».
Un palmares da “ballo”: 8 scudetti tra Pescara e Recco, 4 coppe campioni, 2 supercoppe, 1 coppa Len, 6 coppe Italia, in azzurro 453 presenze, ha segnato in ben 4 Giochi Olimpici tra cui Atlanta, dove ha conquistato il bronzo. Campione d’Europa nel 1995, poi un argento (2001) e un bronzo (1999). Nel 2003 ancora un argento al Mondiale di Barcellona. Il tutto senza dimenticare l’oro Mondiale Juniores nel 1993 a Il Cairo. Ha vestito le calottine di Pescara, Recco (8 anni), Chiavari, Latina, Posillipo, Civitavecchia e Lazio.

 

14 / 06/ 17

Potrebbero interessarti