Autore


Toccherà ad Aleksandra Cotti sostituire nel ruolo di tecnico Andrea Sellaroli alla guida della Rari Nantes Florentia. Per l’ex centrale gigliata, che compirà 31 anni il prossimo 13 dicembre, nativa di San Giovanni Persiceto in provincia di Bologna, si chiude qui una carriera da giocatrice piena di successi (tre scudetti italiani, due Len Champions Cup, una Coppa Len, due Super Coppe Len e una Coppa Italia a livello di club e un Argento alle olimpiadi di Rio De Janeiro 2016, due Argenti alla World League di Tianjin 2011 e Kunshan 2014, un  Oro all’ Europeo di Eindhoven 2012 e un Bronzo europeo a Belgrado 2016 in Nazionale) e ne inizia una completamente nuova anche se per lei oltre alla Florentia è cominciata anche una nuova esperienza in azzurro insieme a Giacomo Grassi, sulla panchina della Nazionale Italiana Under 15. Alla guida della Rari Nantes Florentia
Aleksandra Cotti sarà coadiuvata da Allegra Lapi che seguirà tutte le giovanili a livello regionale e nazionale e Iacopo Mazzoni, già allenatore della Under 15.
"Ringrazio Sellaroli per l'ottimo lavoro svolto sia con le prima squadra che con tutto il settore giovanile. Un professionista serio e competente che ha dedicato tanto alla Rari e a tutte la ragazze" ha dichiarato Andrea Pieri il numero uno gigliato gigliato - che aggiunge: "Ringrazio Andrea per aver valorizzato tante giocatrici fino a farle indossare le calotte delle nazionali giovanili. Speriamo di chiudere in bellezza le prossime finali con la under 19, sarebbe la ciliegina sulla torta alla fine di una bellissima esperienza sportiva e personale. Capisco che un allenatore ambizioso abbia sempre bisogno di nuovi stimoli, ad Andrea auguro il meglio possibile”. “Sin da subito sono stato travolto dall’entusiasmo di Alek, credo sia in assoluto la prima donna nella storia del club ad allenare una squadra di serie A1” – Ha confermato il dirigente Andrea Nesti che ha condotto la trattativa d’accordo con il presidente Pieri – “Ovvio che si tratta di una scommessa, ma siamo fiduciosi perché già da giocatrice aveva l’occhio del mister e in acqua è sempre stata un punto di riferimento per le ragazze”. 

06 / 06/ 19