La paura è l’entrata in vigore della legge-delega: già perché se passa in tempi brevi sarebbero “decapitate” tante teste illustri non più candidabili in molte federazioni. La sensata proposta del Ministro Spadafora infatti prevede la non rielezione per chi siede sugli scranni delle federazioni dal “tempo della lira”.
E neppure l’eventuale modifica del progetto originale, che prevede al massimo tre mandati anziché due, potrebbe salvarli.
Non solo: lo stop imposto ai parlamentari sarebbe la novità più importante, quella che allontanerebbe (finalmente) i politici dallo sport.

Chi teme di più questa corsa, è l’ex nuotatore Paolo Barelli, oggi deputato alla Camera, ma sopratutto reggente della Fin dal 2000 e dal 2012 della LEN.
La sua candidatura alla Federazione Nuoto, la numero 5,  sarebbe quindi stoppata in tempo utile, con la legge.
Fatta la legge trovato l’inganno? Decisamente sarà il contrario, visto che il numero uno del nuoto italiano ha fissato per il 5 settembre le elezioni federali, confidando in un grande alleato: i tempi parlamentari.
Ma attenzione: se Spadafora imprimesse un’accelerata a questo iter, ecco che il buon Barelli verrebbe tagliato fuori.

E con lui altri “baroni” dello sport: Sabatino Aracu (Sport Rotellistici – Fisr), Luciano Rossi della (Federazione Italiana Tiro a Volo), Vincenzo Iaconianni (Federazione Italiana Motonautica), Angelo Binaghi, (Federazione Italiana Tennis), Ugo Claudio Matteoli (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attivita' Subacquee), Mario Scarzella (Federazione Italiana Tiro con l'Arco), Franco Chimenti (Federgolf), Luciano Buonfiglio (Federazione Italiana Canoa Kayak), Renato Di Rocco (Federciclismo), Antonio Urso (Federazione Italiana Pesistica), Giorgio Scarso (Federscherma), Felice Buglione (Federazione Italiana discipline armi sportive da caccia), Maurizio Casasco (Federazione Medico Sportiva Italiana), Gianfranco Ravà (Federazione Cronometristi).

Insomma l’azione di Spadafora punta a smantellare dei veri e propri reami ormai datati, per dare nuovo impulso allo sport italiano.

14 / 07/ 20