Autore

La Zanelli di Savona sotto i riflettori. Dal due giugno ospita il collegiale del Settebello, pur facendo a meno degli atleti di Brescia e Recco impegnati in Champions. E in questa settimana dopo aver ospitato mercoledì ragazzi della Waterpolo Columbus Ability Team, il Settebello è entrato in common training con la Francia, con cui ha disputato oggi un'amichevole ufficiale.
Grande festa per l'evento alla Zanelli che ha raccolto oltre 1200 persone, in un'orario certamente poco favorevole sopratutto per la giornata festiva.
Un effetto "Savona" dunque che a dirla tutta è stato il vero vincitore di dell'amichevole.
Tantissimi bambini, ma anche famiglie, appassionati giunti anche da fuori città hanno contribuito a far vivere all’impianto di corso Colombo una domenica davvero diversa. Anche per spirito e civiltà. Quando, una volta terminata la sfilata dei giocatori e la lettura dei nomi delle due formazioni, sono partiti i rispettivi inni nazionali, tutto il pubblico si è alzato in piedi applaudendo entrambi i team e dando una lezione di sportività di altissimo livello.
«Savona è uno dei pochi posti in Europa in cui la pallanuoto è vissuta così – ha commentato il commissario tecnico transalpino Nenad Vukanic – ci sono poche città nel nostro continente in cui si sente un calore simile. Sono stato contento di vivere una parte della preparazione agli Europei nella vostra città».
La partita ha fatto il resto.
«Sono rimasto impressionato dal vedere la Zanelli così gremita di pubblico – così il ct azzurro, Sandro Campagna – bello vedere così tanti bambini sugli spalti e altrettante persone seguire la partita con così tanto trasporto. Ne è uscita pure una gara piacevole e combattuta. In questa settimana Savona ci ha accolto benissimo. Siamo proprio contenti della vostra città. Qui si respira pallanuoto a trecentosessanta gradi e ci si sente sempre a casa non accade in tutte le città di avere in una domenica pomeriggio di giugno le gradinate gremite di persone pronte a fare il tifo. Il fatto che ci siano stati molti bambini fa comprendere ancora di più il senso della tradizione che la pallanuoto ha a Savona».

Italia-Francia 12-7
Italia: Nicosia, Antonucci, Damonte, Figlioli, Fondelli 3, Di Somma 2, Dolce 1, Gallo 2, Bruni 1, Velotto, Spione 2, Cannella 1, Caruso.
All. Sandro Campagna
Francia: Garsau, Piot, Olivon 1, Vernoux, Khasz 1, Caumette, Crousillat 2, Lepoint, Mustur 2, Canonne, Vanpeperstraet 1, Bachelier, Fontani.
All. Nenad Vukanic
Arbitri: Savarese, Rovida
Parziali: 1-0, 3-1, 4-3, 4-3.
Note: usciti per limite di falli nel III tempo Vernoux(F), Canonne(F). Nel IV tempo nell'Italia Caruso sostituisce Nicosia. Superiorità num. Italia 1/11, Francia 3/8. Spettatori 1200 circa

Gli azzurri convocati al collegiale:
Luca Damonte (RN Savona)
Giacomo Cannella e Matteo Spione (SS Lazio)
Giacomo Casasola ed Enrico Caruso (CC Ortigia)
Mattia Antonucci (Roma Vis Nova)
Alessandro Velotto e Vincenzo Dolce (CC Napoli)
Pietro Figlioli, Andrea Fondelli, Valentino Gallo, Gianmarco Nicosia ed Edoardo Di Somma (Sport Management).

 

10 / 06/ 18