Autore


Alla luce di quanto avvenuto ieri pomeriggio, la Rari Nantes Sori si scusa per il disguido tecnico accaduto nella preparazione della vasca, prima del match di campionato Pro Recco – C.N.Posillipo.
Il problema tecnico alla pedana è stato imprevisto e la nostra società si è attivata per risolverlo nel più breve tempo possibile, compatibilmente con le difficoltà logistiche dell’operazione.
L’inconveniente è stato riparato pochi istanti dopo che l’arbitro aveva fischiato la fine e ha impegnato diverse persone.
Il tabellone e i 30 secondi erano funzionanti, tanto è vero che le squadre erano già in acqua e avevano svolto la rituale presentazione pre gara.
Teniamo a precisare che mai, negli ultimi dieci anni, la vasca di Sori ha creato problematiche o impedito lo svolgimento di una partita, ma anzi è sempre stata un vanto nel panorama italiano per la propria funzionalità.
La Rari Nantes Sori precisa che la Pro Recco è un mero affittuario dell’impianto e che l’organizzazione e l’allestimento della vasca sono competenza del nostro personale, e non accetta in questo senso critiche che appaiono strumentali in quanto mosse da società che ben conoscono le problematiche nella gestione di una struttura, basta leggere le cronache per rendersene conto.
Stupisce quindi che una gloriosa società come il Posillipo, da sempre sensibile ai temi etici e sportivi, abbia rifiutato di giocare la partita una volta che tutto era stato risolto e null’altro pregiudicava l’incolumità fisica dei giocatori che mai é stata messa in dubbio, rispondendo evidentemente a logiche che non contestiamo ma che in Liguria l’avevano già vista protagonista.
Il Presidente di Rari Nantes Sori – Guido Polipodio

 

21 / 10/ 18