Tra  meno  di  una settimana prenderà il via il Campionato Lega Dilettanti PallaNuotoItalia, l’ennesima  edizione  del movimento pallanuotistico tricolore, fondato da Alessandro De Tursi, che quest’anno ha compiuto 5 anni, ma che affonda le radici molto più in là, nelle piscine di Rho, Quanta Village, Nerviano.
Una storia che però, all’hotel Domina Milano Fiera di Novate Milanese, ha voluto ripartire da capo, con uno  slancio  in  più. 
La  presentazione  del  campionato  PallaNuotoItalia  ha  visto  infatti  come principale argomento lo sforzo organizzativo per creare una nuova serie, la Lega Pro, che andrà a identificarsi come serie d’elite in quelle categorie (Allievi U16 e Master) che hanno fino alla serie C.
Una schiera di arbitri (7 per partita), due  impianti  dedicati (Faustina  Sporting  Club  di  Lodi  e  Piscina  A.Quadri  di  Treviglio)  con due internet  provider appositamente  installati  (Linkem  ed  Eolo)  per  permettere  il  funzionamento  del verbale online, cioè l’inedito sistema di verbalizzazione della partita tramite computer, introdotto in anteprima in Italia da PNI.
 
Una ciliegina sulla torta che ingolosisce ma che non riesce a insipidire il resto della crème PallaNuotoItalia: 132 squadre in 6 categorie (miste in Triveneto) per un totale di 715 partite.
Di poco, ma si è cresciuti ancora, per un altro anno. Molte delle società partecipanti erano presenti ieri per ascoltare il presidente della Lega Dilettanti De Tursi che ha sottolineato che investendo, azzardando, migliorando si arriva ai risultati.
Il risultato di vedere compatti e sorridenti i ragazzi della Rappresentativa PNI sebbene molti di loro sappiano che sono ormai troppo grandi per rientrare nell’academy PallaNuotoItalia per un’altra avventura Yellow Ball (per due anni consecutivi terzo posto U13 al torneo internazionale di Napoli).
Il risultato di ricordare per un intero anno chi si è  distinto nella passata stagione  con le inimitabili calotte tricolori Jaked, rinnovate nella grafica e proiettate alla numerazione oltre il 13 (Polì Novate campione U12, SG  Arese  campione  U14,  HST  Varese  campione  U16  e  U18,  Bentegodi  Verona  campione  Seniores  U21  e Master).
 
Il risultato di avere società che non mollano il lavoro di crescita e promozione e che si riconfermano Scuole Nazionali (In Sport Cesano, PN Barzanò, Viribus Unitis), capaci di avere squadre in tutte le categorie giovanili del campionato, oltre 15 ragazzi al ritiro sportivo di Ravenna, almeno un arbitro in attività nel G.A.P.I. con il rispetto delle tempistiche e dei pagamenti.

Il risultato di aver superato ormai i 50 membri del Gruppo Arbitri con una professionalità sempre crescente, riconosciuta ieri dal premio a Massimiliano Crepaldi e Antonio Santonastaso, rispettivamente miglior arbitro e miglior segretario 2017 e con la presentazione degli otto arbitri di Lega Pro.
Un vecchio molto giovane e un nuovo molto maturo insomma per riassumere quello che è PallaNuotoItalia all’inizio della stagione 2017/2018: domenica 12 novembre le prime 18 partite sui campi gara di Treviglio, Varese Comunale e Pavia.


Nelle foto di Francesca Caminada
in alto Alessandro De Tursi illustra il verbale on line
in basso sempre De Tursi premia Stefano Begni, allenatore dell'Happy Sport Team di Varese che ha vinto il campionato 2017 Under 16.

 

 

06 / 11/ 17