Trofeo delle Alpi - Classifica
Ungheria e Italia 7, USA 3, Grecia 0

Italia-Ungheria 14-14

Italia: Del Lungo , Di Fulvio 3, Luongo 2, Figlioli 3 (1R), Di Somma , Alesiani , Renzuto Iodice , Damonte , Figari 2, Bodegas , Aicardi 4, Dolce , Nicosia .
All. Sandro Campagna
Ungheria: V. Nagy , Angyal , Manhercz , Zalanki 3, Vamos 3, Mezei , Sedlmayer 1, Jansik , Erdelyi 2, Den. Varga 3 (2R), Pohl 2, A. Nagy , Vogel .
All. Tamas Marcz
Arbitri: Hentschel (GER), Ortega (ESP)
Parziali: 1-3 5-2 3-4 5-5
Note: usciti per limite di falli nel III tempo Bodegas (I), nel IV Renzuto (I), A.Nagy (U). Espulsi per reciproche scorrettezze nel IV tempo  Figari (I) e Zalanki (U). Superiorità num. Italia 5/11, Ungheria 6/13. Spettatori 1000 circa

Cuneo – Finisce pari la partita più bella di questo Torneo delle Alpi. Ma l’Ungheria, in virtù della differenza reti si porta a casa il trofeo. Gara intensa, forse anche troppo, ma, come ha dichiarato Campagna a fine gara, «possiamo e dobbiamo crescere nell’uno contro uno».
A dirla tutta anche i due arbitri questa volta hanno cercato di “ispirarsi” di più con il nuovo regolamento: «Una partita finalmente arbitrata bene» confermerà ancora il Ct azzurro.
In affetti dopo lo show di ieri con gli USA oggi Hentschel e Ortega sono apparsi come due marziani.
L’Italia è scesa in vasca molto contratta: stentava a trovare i meccanismi giusti, e in difesa ha lasciato troppi spazi ai magiari che, senza pensarci due volte, ne hanno approfittato sfruttando entrate veloci e conquistando anche un rigore, che Varga ha trasformato da par suo. Poi dopo il primo intervallo il Settebello ha ingranato la marcia giusta: Di Fulvio accorcia, Aicardi (migliore in vasca) fredda Victor Nagy facendo esplodere gli oltre mille presenti. Quindi allungo perentorio con Figlioli che trasforma un penalty conquistato da Renzuto. Una bella Italia si vede adesso in vasca: giocate ariose, veloci, magiari forse anche disorientati da questa foga del Settebello. Ma non morti. Anzi: recuperano lo svantaggio ed inizia una corsa punto a punto che terminerà con la rete di Figlioli ad una manciata di secondi dal termine che blocca il risultato sul pari. Dopo aver visto un brutto gesto di Pohl su Figari che pur non reagendo, si vede mostrare il rosso dallo spagnolo Ortega. E in ultimo un fantastico Del Lungo (nella foto in alto), che in versione centro boa, disorienta la difesa ungherese e permette a Figlioli di pareggiare. Bella partita, e bel regalo a Cuneo che di spettacoli così non ne aveva mai visti.  






Pohl colpisce Figari nel IV tempo
05 / 01/ 20