C’è stato un piccolo terremoto a Messina, senza parafrasare quello catastrofico del 1908. Tre giorni orsono il Cus UNIME ha ceduto titolo e diritto di partecipazione al campionato di serie A2 alla SSD Unime, sempre “figlia” del Centro universitario.
Ma con nuovo presidente: Silvia Bosurgi, oro olimpico ad Atene 2004.

Ma non solo: ad un sempre giovane Antonio Vittorioso (classe ‘73), ci sarà una grossa novità. La neo società ha tesserato il mancino Bogdan Rath (classe ‘72 !), straordinaria persona e grande giocatore, che per 16 anni ha indossato le calottine del Paguros di Catania al suo approdo in Italia (1995/98), quindi cinque stagioni al Posillipo (1998/2003) con cui ha vinto due titoli italiani (1999/2000) ed una Coppa delle Coppe, quindi il passaggio al Savona (2003/06) con cui ha rivinto un campionato (2004) ed una Coppa LEN. Dopo il triennio ligure, Rath si accasa per cinque anni a Brescia (2006/11). Chiuderà la carriera all’Ortigia nel campionato 2011/2012.

"Boghy" Rath arriverà a primavera inoltrata per dare un supporto alla neo nata società

Precedentemente nella Steaua Bucarest ha collezionato dal 1989 al 1995 cinque titoli nazionali ed una coppa di Romania.
Dopodichè si è trasferito a Malta, dove la scorsa stagione (2019) ha allenato La Valletta.

Nel 1999 viene naturalizzato italiano: con la nazionale conquista tre argenti. Europei di Budapest nel 2001, Mondiali di Barcellona e World League a New York nel 2003.

 

15 / 01/ 21