Una piacevole rimpatriata per celebrare una storica ricorrenza, quella del quarantennale dello scudetto conquistato (era l'8 agosto 1981) dalla Rari Nantes Bogliasco.
Un rendez vous allestito, sulla terrazza dello stabilimento balneare Maa Beach di Bogliasco, da due ex dirigenti: Ugo Mannozzi, che di quella squadra che divenne campione d'Italia era il ds, ed Enrico Pisano, genero di un autentico factotum come Mario "Attilio" Bolelli.
L'occasione è stata propizia per rievocare un trionfo che ancora oggi, nella località del Golfo Paradiso, viene ricordato con grande orgoglio, perché fece guadagnare al paese una ribalta nazionale, grazie alla storia di un borgo rivierasco capace di prevalere su città come Napoli (con Canottieri e Posillipo), Firenze (Florentia), Siracusa (Ortigia) oltre che su avversarie liguri di grande forza e tradizione, come Pro Recco, Camogli e Nervi.

A distanza di anni, riconoscimenti per tutti, a cominciare dall'ex presidente Adelio Peruzzi, un'istituzione a Bogliasco, passando per Franco Bertolini, che tramite la Monoservizio di Torino era sponsor della squadra, l'allora sindaco Giuseppe Battini e naturalmente l'allenatore, Angelo "Vio" Marciani e la squadra, formata dal "Caimano" Eraldo Pizzo, che per una volta diede un dispiacere alla sua Pro Recco, Gianni Fossati, ds dell'attuale Bogliasco 1951, Romeo Collina, Gian Bormida, Andrea Costa, Francesco Cocchiere, ora accasotosi alla Rari Nantes Sori, Mauro Re, Sergio Migliorini che era il secondo portiere, Pietro Roncan e Paolo Ragosa.
Tutti premiati, così come i compianti e mai dimenticati Stefano Di Fiore, Roberto Gandolfi, che era il portiere, e Marco Jervasutti, bomber della squadra.
Non è voluto mancare neppure uno degli arbitri di quel decisivo Bogliasco-Pro Recco 9-7 dell'ultima giornata del campionato '81 (la formula era quella del girone unico senza playoff), Adalberto Capuani, di Civitavecchia, che ora ha 95 anni e quel giorno, proprio a Bogliasco, chiuse la propria carriera da direttore di gara sul bordovasca.
L'altro fischietto, sempre di Civitavecchia, era Sandro Ferri, che è invece scomparso, ma che è stato ricordato grazie alla presenza della vedova Paola, accompagnata delle tre figlie Gabriella, Francesca e Simona.(1-da Il Secolo XIX)

***   ***   ***   ***   ***
LA FORMAZIONE DELLA RARI NANTES BOGLIASCO CAMPIONE D'ITALIA NEL 1981

Roberto Gandolfi, Mauro Re, Andrea Costa, Francesco Cocchiere, Gian Bormida, Paolo Ragosa, Romeo Collina, Stefano Di Fiore, Eraldo Pizzo, Marco Jervasutti, Pietro Roncan, Gianni Fossati, Sergio Migliorini. Allenatore: Angelo "Vio" Marciani.

***   ***   ***   ***   ***

LA PHOTO GALLERY DELLA SERATA CON GLI SCATTI DI "CICHE" PIZZO

I due artefici della serata: Enrico Pisano e (rigorosamente con il microfono in mano) Ugo Mannozzi



Targa ricordo per Adfelio Peruzzi, il Presidente di quel Bogliasco


Gli organizzatori con Francesca e Gabriella, figlie del compianto arbitro Sandro Ferri



L'ex Sindaco Giuseppe Battini e il piccolo Emanuele Canepa consegnano la targa al "Caimano" Eraldo Pizzo



Adelio Peruzzi consegna la targa all'On.le Luca Pastorino, in rappresentanza del Comune di Bogliasco


L'ex arbitro di Civitavecchia Adalberto Capuani ha ritirato la targa. Ha 95 anni



Il mitico Sergio Migliorini riceve la targa consegnata dall'ex Sindaco Giuseppe Battini




Con le gambe sotto la tavola



Due vecchi amici-nemici si sono ritrovati



Sergio Migliorini, Adalberto Capuani e un simpatico amico-avversario, Carlo Massa, ex Pro Recco



Ha fermato il tempo: Paolo Ragosa, beato fra le donne


Un gruppo "doc": da sinistra Gianni Lastrico, il Caimano, Carlo Massa, Sergio Migliorini e Adalberto Capuani



Marco "Pachito" Sbolgi ritira la targa per suo padre Roberto, socio fondatore della RN Bogliasco



Sempre in dolce compagnia !



Ma non è il solo: anche il Caimano .... con la Signora Paola Sanna, moglie del compianto Sandro Ferri




E osa anche : il bacio è di Gabriella Ferri



Lorenza Di Fiore, ex atleta della Rari,  ritira la targa per il compianto papà, Stefano Di Fiore.






Evelina e Betty Rosasco, figlie di Franco Rosasco dirigente di quegli anni della Rari Nantes Bogliasco



Bellissimo gesto di Graziella Bolelli, figlia di Mario "Attilio" Bolelli, storico compianto dirigente della Rari



Renato Gandolfi, fratello del compianto Roberto, ritira la targa



E finalmente arriva il suo turno: Paolo Ragosa


Franca Di Fiore ritira le targhe per Romeo Collina e Gian Bormida, non intervenuti alla serata per impegni lavorativi



C'erano anche loro, "Gli irriducibili". Non dimenticano





 
13 / 08/ 21