Autore


Orizzonte CT - Plebiscito PD 9-10

Orizzonte: Johnson, Ioannou, Garibotti 3, Bianconi 1, Aiello, Grillo, Palmieri, Marletta 1, Van Der Sloot 1, Morvillo, Riccioli, Lombardo, Schillaci.
All. Martina Miceli.
Plebiscito: Teani, Barzon 2, Savioli 1, Gottardo, Queirolo 2, Casson, Millo, Dario, Sohi, Savioli 1, Nencha, Tielmann, Giacon.
All Stefano Posterivo.
Arbitri: Collantoni, Ercoli
Parziali: 0-1, 0-2, 4-0, 2-3.
Note: nessuna uscita pwer limite di falli. Espulsi per proteste nel III tempo Galvan e Barzon (dirigenti Padova). Ammonito per proteste nel III tempo Stefano Posterivo (allenatore Padova). Superiorità numeriche: Catania 3/9, Padova 4/6. Spettatori 500 circa.
I tempi regolari terminano 6-6. Ai rigori: Barzon rete, Garibotti rete, Sohi rete, Marletta parato, Queirolo rete, Bianconi rete, Millo rete, Van der Sloot rete, Savioli M. parato, Aiello fuori.

E’ stata una sfida al cardiopalma. Ed si è conclusa come è giusto che fosse: perfetta parità al termine dei tempi regolamentari, poi lotteria dei rigori, dove bravura e astuzia si fondono con la dea bendata. Terminata sul 6-6 la gara, nei cinque metri realizzano Barzon, Garibotti e Sohi. Poi prodigio di Teani che para a Marletta, quindi si riprende con le reti di Queirolo, Bianconi, Millo, Van der Sloot. E’ la Johnson che rimette tutto in discussione parando il tiro, che potrebbe essere decisivo, di Martina Savioli. E la palla che rimetterebbe tutto in discussione l’ha fra le mani Rosiaria Aiello: è un palla pesante, pesantissima. E la brava Rosaria tira fuori, regalando il titolo alla patavine. .
La gara. Pesano i tanti errori dell'attacco della capolista della regular season (solo tre su nove in superiorità) che sorprendentemente si inceppa nell'attacco atomico (oltre 200 reti in campionato e tre leader dei cannonieri) e va sotto 3-0. Poi il recupero nel terzo quarto col primo vantaggio (4-3), ma di nuova una rincorsa in salita sulle venete, più precise in attacco e autrici di un grande prova difesiva. Premiata la caparbietà e determinazione di Padova, che vince il quarto titolo consecutivo. Le venete sono trascinate da una superlativa Queirolo, capitano del Setterosa, che segna una tripletta (compreso il rigore) e fornisce due assit, trascinando le compagne per temperamento ed esperienza. La partita era il remake dello scorso anno quando le venete vinsero 7-5 a Rapallo. Per Catania il rammarico della seconda stella (diciannove titoli) mancata; l'ultimo scudetto risale al 2011. Era il quinto incontro tra le due squadre quest'anno con bilancio in parità; due vittorie catanesi in campionato e due vittorie del Padova in Fin Cup ed Europa.

Intervista a Stefano Posterivo nel dopo gara al link: https://www.facebook.com/www.lan...

Nella finale del terzo posto il Rapallo si è imposto nel derby ligure per 7-5 contro il Bogliasco. Rapallo avanti 5-1 a metà gara, poi la rimonta fino al 5-5 delle biancocelesti che subiscono l'uno-due risolutivo tra terzo e quarto tempo di Sessarego e Van der Graaf.

Il riepilogo dei risultati e tutti i tabellini della Final 4 al link: http://www.waterpolowomen.it/?pa...


Il Plebiscito Padova con il vice presidente FIN Teresa Frassinetti



L'Orizzonte Catania

13 / 05/ 18

Potrebbero interessarti