Autore


Il settore giovanile del Nuoto Catania riparte da una leggenda della pallanuoto: Giusi Malato.

La campionessa olimpica catanese entra nella società etnea come responsabile tecnico del Settore Giovanile, settore a cui il Nuoto Catania ha sempre tenuto particolarmente puntando sullo sviluppo e sulla crescita del vivaio rossazzurro.

Giusi Malato da giocatrice, con l'Orizzonte, ha vinto tutto, sia in Italia (14 scudetti consecutivi) che in Europa (6 Coppe dei Campioni).
Senza dimenticare il Setterosa, quello di Pierluigi Formiconi: campione del Mondo nel 1998 e nel 2001, argento nel 2003, bronzo nel 1994, 4 volte campione d'Europa (1995, 1997, 1999 e 2003), vice nel 2001 e terza nel 1991, fino all’oro Olimpico ai giochi di Atene 2004.
Nel 2003 ha ricevuto la Calottina d'Oro, prestigioso premio assegnato annualmente al miglior pallanotista del mondo.

«Sono davvero felice di entrare a far parte della famiglia Nuoto Catania – ha dichiarato Giusi Malato-, una società storica e blasonata, che conosce benissimo il mondo della pallanuoto. Questa nuova avventura mi carica di stimoli, ho tanta voglia di fare e di dimostrare non solo a me stessa ma anche ai ragazzi. Sono convinta che ci siano le basi solide per fare un ottimo lavoro facendo crescere ancora di più il settore giovanile rossazzurro. Con Zoltan, che stimo tanto si è chiuso un ciclo, io non vedo l'ora di cominciare».



 

03 / 08/ 21