Dove eravamo rimasti? Ah già le nuove “regole”, ormai forse già dimenticate? Anche questo è un grande merito del lockdown: la perdita di memoria.
Mani addosso? Ma come? Ma quando? Impedimento allo scatto? Dove? Impedimento alla battuta del fallo semplice? Ma per amor del cielo!! Cosa sono tutte queste eresie?
Eppure questa sera a Savona, sono bastati i primi cinque minuti dell’ultima gara in programma, per capire che la coppia arbitrale si è “dimenticata” in toto dei vecchi-nuovi cambiamenti.
Un arbitraggio per così dire alla 2018.
Se questo sarà l’andazzo per l’imminente campionato allora il buon Petronilli si dia da fare perché siamo completamente fuori strada.
Non si possono disorientare atleti e tecnici con questi colpi a sorpresa. Se i fischietti non si sanno adeguare, vengano fermati.
Non basta cambiare la divisa dal blu al rosso. E' la mentalità che deve adeguarsi ai regolamenti.
Non i regolamenti al volere degli arbitri.
Non può e non deve tornare la confusione in un mondo che è già devastato da incompetenti.

25 / 09/ 20

Potrebbero interessarti