Autore

Soddisfatto a metà il Ct Campagna. «E’ stata una partita da due volti con una fase di gioco fatta bene (difesa ndr) perchè loro erano molto aggressivi avevano un ritmo alto e ci mettevano pressione, la parte negativa è stata l'attacco dove abbiamo giocato male creando molto e sbagliando tanto e questo non è da noi e non rispecchia il nostro livello»

Senza dubbio l’importante era “non prenderle”, considerando che anche queste partite aiutano a crescere, come sottoline ail Ct azzurro
«L'importante è il risultato, ma abbiamo dovuto stringere i denti anzichè stare più tranquilli avendo qualche gol in più di vantaggio. Giocare queste partite gol a gol va bene perchè ci aiuta a giocare sotto pressione i minuti decisivi».

C’è anche un’altro aspetto: il campionato è nel suo momento più cruciale, lo stesso dicasi per le coppe.
«Bisogna anche considerare il momento della stagione in cui i tanti impegni con le squadre di club si sovrappongono con la nazionale e un po' di stanchezza affiora – conlcude Sandro Campagna -. Ora a Zagabria penseremo prima al quarto di finale con la Germania o la Russia e poi a far bene per qualificarci alle finali di World League che daranno un posto già per Tokio 2020».

Nella foto
da sin. Alessandro Duspiva, Rudy Garcia, Francesca Brienza e Sandro Campagna

 

 

 

19 / 02/ 19