Come si pensava. Via libera alle elezioni federali del nuoto il 5 settembre (per candidarsi bisogna farlo entro il 27 luglio).
Le elezioni per il rinnovo delle cariche del Comitato Olimpico Nazionale Italiano per il quadriennio 2021/2024 dovranno tenersi entro il 31 dicembre del 2021. È quanto stabilito oggi dalla Giunta nazionale del Coni.
Ma non solo: il sindacato dei dipendenti in cassa integrazione Confsal Fnp ha distribuito un volantino ai membri della giunta e del consiglio in merito ad una situazione assurda, che lo stesso presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha così commentato:«Siamo molto in disaccordo con il ricorso alla cassa integrazione da parte di alcune federazioni sportive, perchè crea una situazione di grande disagio e anche disparità di trattamento all’interno delle figure professionali. E comunque parliamo soltanto di due federazioni (nuoto e tennis ndr)».

"I lavoratori non sono privilegiati", i dipendenti delle federazioni sportive nazionali "non sono figli di un dio minore". Sono alcuni degli slogan contenuti nel volantino. "No alla Cassa Integrazione e ai lavoratori di Serie B. Si' al rientro a lavoro e all'equita' di trattamento", si legge ancora: un messaggio volto a "reagire" alla "ostinazione delle federazioni Tennis e Nuoto nel persistere a porre in Cassa Integrazione i propri dipendenti".
A tal proposito, la Confsal annuncia nuove "forme di lotta", oltre a una missiva depositata alla Corte dei Conti completa di tutti gli allegati "cosi' da mettere a conoscenza anche la Magistratura competente delle procedure in atto che vedrebbero il profilarsi di una doppia contribuzione pubblica ed una possibile distrazione dei fondi statali".

La curiosità: sembra strano, ma era assente Paolo Barelli, presidente della FIN.


Nella foto GMT-Mezzelani
il ministro Spadafora ed il presidente del Coni Malagò



 

02 / 07/ 20