Autore

Il campionato inizia sabato, e c’è già il primo rinvio in vista in A1 maschile: un positivo nella Lazio e l’ASL di Roma ne mette altri sei in quarantena. Quindi a norma di regolamento, la partita a Siracusa non si può disputare e deve essere rinviata.

Anche la RN Savona ha comunicato di aver isolato un proprio atleta positivo al tampone: ma in questo caso sarebbe ininfluente all'esito della gara in programma con il Metanopoli. Resta comunque una grossa incognita: in settimana la formazione biancorossa si è allenata con il Quinto. La speranza è che il contagio non si sia propagato anche il club genovese.

Questo il comunicato della SS Lazio

In seguito ai controlli eseguiti mercoledì 4 novembre, come previsto dal protocollo Fin “Misure integrative anti covi-19” che prevede la necessità di eseguire un test entro le 72 ore prima dell’incontro (in programma in questo caso sabato con l’Ortigia), un atleta della Lazio Nuoto è risultato positivo al tampone antigenico rapido.
In attesa del responso del tampone molecolare, la società è stata contatta dalla Asl competente che ha avviato un’indagine epidemiologica e ha disposto la quarantena per ulteriori 6 atleti della prima squadra.
Oltre ad aver osservato in maniera rigorosa le misure di sicurezza previste dalle normative nazionali, la Lazio Nuoto tiene a precisare, come da protocollo federale, di non aver svolto nessun allenamento con altre società capitoline o con formazioni giovanili, di aver privilegiato attività di preparazione individuali e, nell’ultima settimana, proprio in considerazione dell’aggravarsi della situazione generale, di aver svolto sedute di allenamento divise in due gruppi, in orari diversi, ciascuno composto da 7 elementi.

05 / 11/ 20