Autore

Miroslav Krstovic, all. PN Trieste: La classifica parla chiaro, loro sono più forti. Peccato solo non aver sfruttato meglio le tante occasioni che abbiamo costruito nei primi minuti. I ragazzi comunque sono sempre rimasti con la testa dentro la partita, anche quando ci siamo ritrovati sotto di 4-5 gol.

Stafano Piccardo, all. CC Ortigia: Sicuramente è stata la nostra migliore prestazione in casa, specie sotto il punto di vista offensivo. Abbiamo fatto tutto ciò che avevamo preparato, difensivamente siamo stati attenti, anche se spesso pecchiamo in alcune occasioni come prendere gol figli di attacchi non ragionati che ci portano a regalare vantaggi gratuiti agli avversari.

Daniele Bettini, all Bogliasco 1951: Solito inizio ad handicap che abbiamo pagato a caro prezzo. Poi, nel prosieguo della gara, a tratti abbiamo anche giocato bene, pur concedendo i soliti regali ad un avversario forte. Ma non si può pensare di vincere certe partite se non si prova ad essere perfetti in ogni passaggio dell'incontro. Nonostante alcune buone cose, non siamo mai stati pericolosi al punto da mettere in dubbio la loro vittoria.

Giuseppe Dato, all. Nuoto Catania:  Al di là della prestazione finalmente si inizia a vedere un gruppo che ha costanza non solo di rendimento ma anche nel saper sopportare delle difficoltà come quelle odierne. Più che una partita è sembrata una battaglia in cui tutto poteva succedere in qualsiasi momento. Mantenere i nervi saldi, dopo la brutalità che ci ha costretto a giocare un uomo in meno, recuperare e poi vincere significa che questa squadra dal punto di vista mentale sta crescendo, soprattutto nella finalizzazione delle occasioni che si creano.

Roberto Brancaccio, all. CN Posillipo: Abbiamo tenuto testa ad una squadra che è tra i vertici della classifica e oggi la gara si è giocata tutta sulla bravura delle difese. Abbiamo avuto occasioni per ridisegnare la partita ma gli avversari hanno avuto la meglio nei minuti finali del quarto e ultimo tempo.

Paolo Iacovelli, all. Acquachiara: Forse con Blanchard  in acqua saremmo riusciti finalmente ad ottenere un risultato positivo. Rimpianti che aumentano considerando che la brutalità fischiata a Jeremie a Savona era inesistente. Tuttavia il successo del Torino 81 è meritato, faccio i complimenti ai nostri avversari e agli arbitri per l'ottima direzione di gara.

Roberto Tofani, all. RN Florentia: Oggi avevo chiesto ai ragazzi massima attenzione soprattutto nella parte
difensiva. Siamo partiti male subendo un parziale di 6 a 1 dove il Recco ha dimostrato tutta la sua forza. Di contro abbiamo avuto una buona reazione e sicuramente l'elemento positivo di oggi è il 100% in superiorità. Bene i due giovani Maurizi e Sammarco che hanno giocato due tempi ciascuno.

Marco Baldineti, all.Sport Management: Abbiamo giocato forse la peggior partita della stagione, perché abbiamo subito troppi gol e molto in maniera stupida. Ci sta anche da un punta di vista mentale essere un po’ stanchi e delusi dopo la partita con il Recco e dopo l’eliminazione in Coppa Italia, ma noi dovremmo essere sempre continui e pronti a migliorare. Oggi purtroppo non siamo migliorati però voglio sperare che sia stato un episodio e quello che conta è che alla fine abbiamo vinto anche se abbiamo subito troppi gol.

Claudio Sebastianutti, all. SS Lazio: C'è un po' di rammarico, perché con qualche errore in meno saremmo riusciti a giocarci la partita fino all'ultimo contro la seconda forza del campionato. Faccio i miei complimenti alla squadra, i ragazzi sono scesi in vasca senza timori reverenziali. Abbiamo sfruttato anche la loro stanchezza perché erano reduci da partite faticose e importanti in Coppa Italia e contro la Pro Recco. E' stato un bel test, come lo sarà quello di sabato prossimo contro la Pro Recco, poi disputeremo la partita in casa contro la Florentia che sarà un banco di prova fondamentale. Finora è stato un campionato al di sopra delle mie aspettative, i ragazzi mi continuano a stupire.

Nella foto
Paolo Iacovelli

10 / 03/ 18

Potrebbero interessarti