Un argento importante. Non c'è spazio allo scoramento, all'amarezza. La nazionale americana "vive" 365 giorni all'anno insieme, studiano insieme, mangiano insieme, dormono insieme. Sembrano robot. Non hanno un campionato come il nostro, un movimento come il nostro. Per questo l'argento della nazionale femminile "vale" e come se vale.
Ha detto il Ct.«Il risultato del campo è giusto e complimenti a loro che sono una corazzata. Noi abbiamo provato con tutte le energie che avevamo. Bisognava non lasciarle andare via, non ci siamo riusciti e poi abbiamo cercato di reggere l'urto. Sono state più brave di noi». Adesso bisogna fare festa e festeggiare una medaglia importante, che dal 2004 non era più arrivata.
Bene, da domani bisogna pensare al futuro.
Bisogna pensare ad una nuova Tania Di Mario. Già perchè Lei, la "divina" giustamente lascia. Non si vuole cadere nella retorica: una sola parola a Tania. Grazie.
Bisogna pensare a costruire vivai che funzionino, bisogna smettere di pensare alla pallanuoto come uno sport che si vede solo alle Olimpiadi. Perchè diversamente, alle prossime, non ci sarà più.

19 / 08/ 16