Autore

CHAMPIONS LEAGUE

CSM Oradea - AN Brescia 4-16
CSM Oradea: G.Pijetlovic, V.Georgescu, Inaba 1, Ilisie, Dragomirescu, Szabo 1, Popoviciu, Kovats, Colodrovschi 1, R.Georgescu 1, Czenk, Remes, Gavris.
All. Dorin Costrăș
An Brescia: Del Lungo, Alesiani 3, C.Presciutti 3, Buha 1, Cannella 2, Nikolaidis 3, Balzarini, Nora, Tononi 1, Bertoli 1, Figari 2, T.Gianazza, Bucci.
All. Sandro Bovo
Arbitri: Birakis (GRE), Rakovic (SRB)
Parziali: 1-4, 0-4, 3-5, 0-3

Oradea - Partenza stagionale perfetta per il Brescia che senza patemi si sbarazza dell’Oradea nella prima partita ufficiale della stagione. All’esordio in Champions la formazione di Bovo colpisce per due aspetti: buona difesa e attacco pungente. Chiude il primo quarto in vantaggio di tre reti, e stacca gli avversari nel secondo tempo portandosi sull’8-1.
E ironia della sorte quell’unica rete realizzata dai rumeni porta la firma del giapponese Inaba, a lungo inseguito dal club bresciano, e mai arrivato in Lombardia. Nel terzo quarto i biancoazzurri concedono qualcosa di più agli avversari, pur mantenendo un ritmo eccellente in attacco, fino a chiudere il match con tre reti di Alesiani (doppietta) e Nikolaidis.

«Non mi aspettavo un avvio di questo genere – commenta Sandro Bovo a fine gara -: eravamo al primo impegno dell’anno e giocavamo contro un team già rodato e di qualità. Mi ha sorpreso il notevole ritmo dei ragazzi, inteso sia come velocità di movimenti che come intensità di gioco. Dietro, a partire dalle inferiorità, le cose sono andate proprio bene, per tutta la partita ho visto grande disponibilità nell’aiuto reciproco. In questo scorcio di preparazione, avevo colto parecchi segnali positivi ma, ripeto, non mi aspettavo un livello così avanzato. Insomma, proprio un bell’inizio e ora vediamo di mantenere la concentrazione per l’incontro di domani».

*****     *****
EURO CUP

Valletta - CN Posillipo 8-13
Valletta: Grixti, Gabarretta 3, Galea, Pace, Da.Zammit, Plumpton, N.Zammit 1, J.Camilleri 3, Spiteri, Cousin, Muscat 1, Di.Zammit, Borg.
All. Karl Izzo
Posillipo: Negri, M.Di Martire 2, Picca, Mattiello 2, Parrella 2, Marziali 2, Lanfranco 1, G.Di Martire 2, Scalzone, Ricci 2, Saccoia, Spinelli.
All. Roberto Brancaccio
Arbitri: Jimenez (ESP), Santos (POR)
Parziali: 2-3, 1-3, 2-3, 3-4

Non basta ai padroni di casa avere in vasca il "bomber" ex Roma come Jordan Camilleri: il Posillipo va subito avanti con Massimo Di Martire e Giuliano Mattiello e di fatto scava un gap che risulterà letale per i maltesi.

*****     *****     *****      *****

Montpellier WP - CC Ortigia 9-8
Montpellier: Andric, Piot 1, Vilcot, Delas 1, B.Vasseur, Mustur, Ivankovic 3, Kalinic 2, Zivkovic 1, I. Zivkovic 1, Spilliaert, Noyon.
All. Fabien Vasseur
Ortigia: Tempesti, Cassia 1, Abela, La Rosa, Di Luciano, Ferrero, Giacoppo 2, Gallo 2, Rotondo, Rossi 1, Vidovic 2, Napolitano, Caruso.
All. Stefano Piccardo
Arbitri: Kun (HUN), Zwart (NED)
Parziali: 2-0, 1-2, 3-3, 3-3

Siracusa - Non basta il supporto del pubblico di casa a far volare l’Ortigia: il Montpellier si dimostra squadra ostica, quadrata e mette in grnade difficoltà gli aretusei. Sono i francesi a prendere in mano la partita, consentendo un risicato vantaggio all’Ortigia in solo due occasioni, entrambi nel terzo quarto, peraltro chiuso poi in vantaggio dai transalpini. Nell’ultima frazione Montpellier sul doppio vantaggio con Ivankovic, ma l’Ortigia riesce ad equilibrare nuovamente la partita con Vidovic e Rossi. Quindi botta e risposta di Kalinic e Vidovic, fino alla rete vincente di Ivankovic a poco più di un minuto dal termine.
«Il Montpellier ha dimostrato di essere una squadra strutturata – ha dichiarato a fine gara Stefano Piccardo-. Questa non è assolutamente una squadra francese. Nel loro roster ci sono  tre giocatori francesi, gli altri sono tutti croati e montenegrini. Sono un team di buonissimo livello e credo che faranno molto bene in Europa e anche nel loro campionato. Per noi è stato un buon test di prova, un test impegnativo da affrontare subito».

 

13 / 09/ 19