Autore

USA – Italia 10-17

USA: Holland, Hooper 2 (1R), M.Vavic, Obert 1, Hallock 1, Cupido 2, Daube 1, Woodhead, Bowen 2 (1R), Williams, Langiewicz, Irving 2 (1R), Stevenson.
All. Dejan Udovicic
Italia: Del Lungo, F.Di Fulvio 2, S.Luongo 3, Figlioli 4, E.Di Somma 1, Velotto, N.Presciutti 1, Echenique 2, Figari, Bodegas 3, Napolitano, Dolce 1, Spinelli.
All. Sandro Campagna
Arbitri: Paoletti, Petronilli.
Parziali: 3-3, 2-5, 2-5, 3-4
Note: uscito per limite di falli nel III tempo Woodhead (U). Nel II tempo Holland (U) para tiro di rigore a Di Fulvio. Superiorità num. USA 2-6, Italia 5/9. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Luca Mamprin, fisioterapista della nazionale scomparso il 21 gennaio scorso . Il vicepresidente della Fin consegna alla compagna Sara, alla mamma Anna, al papà Giancarlo, presidente della FIN Plus, al fratello Massimo, componente della prima sessione del tribunale federale una targa in ricordo con l'immagine della vittoria mondiale di Gwangiu. Nell'intervallo premiato sempre dal vicepresidente il CT Sandro Campagna per le 400 presenze sulla panchina azzurra.

La resistenza americana al Settebello dura un tempo, poi il muro di Holland cade sotto i colpi dei granatieri azzurri che a Ostia vincono 10-17 nella seconda giornata della Frecciarossa Cup.

Emozionante il minuto di silenzio in ricordo di Luca Mamprin, il fisioterapista del Settebello scomparso alcune settimane fa, con la famiglia sul bordo vasca omaggiata di due targhe commemorative.

In acqua Campagna sceglie Napolitano e Bodegas al centro, con Aicardi telecronista e spalla di Daniele Barone su Sky Sport.
È proprio il centroboa del Barceloneta a portare due volte in vantaggio il Settebello in avvio di partita, rimontato in entrambi i casi da Hooper.
A tre minuti e mezzo dalla sirena alzo e tiro vincente di Cupido (2-3) per l'unico vantaggio a stelle e strisce che dura lo spazio di un'azione: Dolce è letale da posizione 5 e trova il 3-3 che Holland conserva con due paratone fino alla sirena.

Il numero uno americano si esalta anche nel secondo quarto respingendo i tentativi di Bodegas e Figlioli, ma nulla può sul tiro a colpo sicuro di Luongo, con l'uomo in più, e sul comodo tap in di Presciutti (5-3). L'Italia alza il ritmo, fa buona guardia in difesa e Napolitano conquista una espulsione che Figlioli capitalizza portando i suoi sul +3 a metà del secondo quarto. Uomo in più che sfruttano anche gli Usa con Obert, bravo a battere sul secondo palo Del Lungo. I ragazzi di Campagna peró sono cinici in ripartenza e scavano il solco grazie ad Echenique e Luongo (8-4) a un minuto e mezzo dal cambio campo.
Giostra del gol che non si ferma e su cui sale anche Hallock, poi Holland para un rigore a Di Fulvio inchiodando il punteggio sull'8 a 5 per il Settebello.

Non sbaglia dai cinque metri Irving: il numero 12 di Udovicic inaugura il terzo quarto con la rete del meno due.
Figlioli da posizione 4 riporta gli azzurri sul +3 prima del botta e risposta tra Di Somma e Bowen (rigore conquistato da Hallock) per il 10-7 a due minuti e mezzo dalla sirena. Gli Stati Uniti cominciano ad accusare la stanchezza e l'Italia vola con Luongo, Figlioli e Di Fulvio che portano il risultato sul 13-7 a otto minuti dal termine.
Partita in ghiaccio che nell'ultimo tempo assume i connotati di un allenamento: il Settebello non si ferma e chiude sul 10-17.

Domani alle 20.30 su Sky Sport Arena la partita conclusiva tra Italia e Spagna.

Le foto sono di Andrea Staccioli (Deepbluemedia)

















12 / 02/ 21