Inizia bene il lunedì di "marcato" dove impera il "liberi tutti". Ma con attenzione.

Francesco Brambilla, bomber nello scorcio della passata stagione del San Donato Metanopoli (18 reti in 9 gare) è tornato allo Sporting Quinto, dove è già stato protagonista per sei stagioni consecutive, dal 2013 al 2019.

«Sono contento, molto, avevo detto che sarebbe stato un periodo di lontananza per motivi di studio e di lavoro e che sarei tornato, ed eccomi qui – il primo commento del difensore – Devo ringraziare tutta la Metanopoli e Alessandro Celia: mi hanno fatto sentire come in famiglia. Nonostante quello che è successo, per me è stato un anno di crescita: mi sono confrontato con una realtà diversa, giocando fianco a fianco con grandi campioni che hanno vinto tutto a livello di club e di Nazionale. Penso a Nicolò Gitto, un difensore come me: da lui ho imparato tanto. Ora però sotto con la nuova avventura, ma non chiedetemi che campionato sarà: difficile dirlo adesso, ci sono tante incognite, squadre che si stanno rinforzando, vedremo. A livello personale so di dovermi riconquistare di nuovo tutto quello che mi ero guadagnato, devo ripartire da capo ma la cosa non mi spaventa».

Sasha Sadovyy, che praticamente aveva appeso la calottina al chiodo (l'ultima sua comparsa era stata la scorsa stagione al Bogliasco, che aveva poi lasciato prima ancora che iniziasse il campionato), ricompare sul palcoscenico della A2. Giocherà (futuro d'obbligo visto i precedenti) nello Sturla, dove ha accettato l'invito di Piero Ivaldi e dove ha dichiarato di non percepire alcun compenso.

E' durato due giorni il divorzio fra Beppe Dato ed il Nuoto Catania: dopo il suo annuncio del 16 maggio scorso, torna su suoi passi e viene confermato allenatore degli etnei. Misteri della pallanuoto.

Infine in serata arriva il comunicato ufficiale dal Telimar Palermo: Luca Marziali giocherà la prossima stagione alla corte del presidente Giliberti. Un passo in avanti per la costruzione di una squadra competitiva da consegnare al neo tecnico Gu Baldineti. Un brutto passo indietro invece per il Posillipo: cosa succederà al club rossoverde la prossima stagione, non è dato però saperlo.

Nella foto di Carlo Rinaldi ©
Francesco Brambilla

18 / 05/ 20