Telimar Palermo - CC Ortigia 13-12

Telimar Palermo: Nicosia, Del Basso 1, Galioto, Di Patti, Occhione 1, Vlahovic 2, Fabiano, Marziali, Lo Cascio, Damonte 3, Lo Dico, Migliaccio 1, Washburn.
All. Gu Baldineti
CC Ortigia: Tempesti, Cassia, Condemi, Rocchi, Di Luciano 2, Ferrero, Giacoppo 2, Gallo 1, Mirachi 1, Rossi, Vidovic 1, Napolitano 1, Piccionetti.
All. Martino Abela e Goran Volarevic
Arbitri: F.Gomez, Paoletti
Parziali: 1-1, 5-2, 1-5, 1-0. Penalty: 5-4
Note: usciti per limite di falli nel III tempo Rocchi (P), Galioto (P), nel IV Condemi (O). Espulsi per reciproche scorrettezze nel IV tempo Marziali (P) e Giacoppo (O), Occhione (P) e Lo Cascio (O). Ammonito per proteste nel IV tempo Martino Abela (all. O). Superiorità num. Telimar 4/10, Ortigia 3/7.
Partita termina 8-8 ai tempi regolamentari. Ai rigori: Napolitano gol, Vlahovic gol, Rossi gol, Migliaccio gol, Gallo gol, Damonte gol, Ferrero palo, Lo Cascio parata, Vidovic parato, Del Basso parata, Napolitano gol, Vlahovic gol, Rossi parata, Migliaccio gol. Partita termina 13-12 ai rigori.

E’ il Telimar Palermo a conquistare il terzo posto di questa dizione della Coppa Italia 2021, battendo ai rigori l’Ortigia 13-12.
Tempi regolamentari conclusi in parità, per 8-8. ma è stata una gara avvincente, combattuta, come se entrambe dovessero affrontare una super finale. Non sono mancati momenti nervosismo, che però l’esperienza di Gomez e Paoletti hanno saputo tenere a freno. Ben due le espulsioni simultanee definitive per reciproche scorrettezze: ne hanno fatto le spese Marziali, centro titolare del Telimar, e il rientrante Giacoppo, bandiera dell’Ortigia.
I primi due tempi sono stati appannaggio del Telimar, che arriva all’intervallo lungo con un importante +3. Poi, come accaduto ieri con il Recco, complice anche la stanchezza, ha ceduto acqua all’Ortigia che arribva alla terza sirena in vantaggio di una rete. E’ Vlahovic a portare ai rigori i palermitani, realizzando la rete dell’8-8 nell’ultima frazione. Quindi i rigori: i ragazzi di Baldineti commettono due errori, (due parate di Tempesti su Lo Cascio e Del Basso), ma quelli orfani di Stefano Piccardo ne commettono tre. La vittoria al Telimar la regala Simone Rossi, grazie alla parata di Jimbo Nicosia, a cui fa seguito la rete voncente di Migliaccio.

05 / 05/ 21