Autore

Torino 81-Bogliasco 1951*  5-10

Torino 81: Aldi, Pavlovic, Gandini 2, Maffè, Oggero, Azzi, Lo Iacono, Vuksanovic 1, D. Presciutti, Novara, Gaffuri 2, Giuliano.
All. Simone Aversa.
Bogliasco 1951: Prian, Ferrero 1, Di Somma 2, Lanzoni 2, Brambilla 1, Guidaldi 1, Gambacorta 1, Monari, Fracas, Cimarosti 2, Puccio, Sadovyy, Di Donna.
All. Matteo Bettini.
Arbitri: Navarra, Petronilli.
Parziali: 1-3, 0-2, 1-2, 3-3.
Note: usciti per limite di nel IV tempo falli Maffè (T), Lo Iacono (T), Brambilla (B). Superiorità numeriche: Reale Mutua Torino 81 Iren 4/12, Bogliasco Bene 6/13. Spettatori 500 circa.

Nella caliente Siracusa si consuma il dramma che questa formula di campionato ha messo in scena: il Torino di Simone Aversa perde 10-5 con il Bogliasco e retrocede in serie A2. Un vero peccato innanzitutto per la società che ha fatto enormi sforzi per conquistare e mantenere la massima divisione, quindi per Simone Aversa ed il suo staff che hanno dato l’anima per conseguire questo obiettivo.
E comunque gli avversari di oggi non sono da meno: Mirko Prandini, ha vinto la scommessa di gettare nella mischia una squadra “tutta ligure”  certamente a costo di grandi sacrifici, perché il back ground di Bogliasco, paese di neppure 5000 abitanti, dedito essenzialmente al turismo mordi e fuggi, non ha quelle realtà economiche proprie di una grande città.
la partita si è messa subito in salita per i torinesi, che a metà gara erano sotto di 4 reti. Dopo il gol in apertura di Gaffuri, i liguri passano cinque volte di seguito con le doppiette di Cimarosti in superiorità e Lanzoni e il gol di Brambilla a uomini pari. I piemontesi avrebbero una doppia superiorità numerica per rientrare sul 2-3, ma falliscono l'opportunità e non riescono a segnare per 17 minuti fino al gol di Vuksanovic (che approfitta di un fallo del portiere) per il 5-2 di metà terzo parziale. La Bogliasco Bene gestisce facilmente vantaggio e possesso. Non rischia mai di perdere il controllo della partita; chiude il periodo sul 7-4 (due volte a segno Di Somma e Gandini in extraplayer) e nel quarto tempo doppia gli avversari con una palomba incrociata di Gambacorta (8-4) e raggiunge il massimo vantaggio con un inserimento di Guidaldi (9-4). Gaffuri, infine, segna l'ultimo gol in serie A1 del Torino, seguito da Ferrero per il 10-5.
Così a fine gara Mirko Prandini, Presidente del Bogliasco: «Posso dire solo che siamo un rimasti in A1 nonostante un campionato di grandissime difficoltà. Ora ci prendiamo un paio di settimane di vacanza per tirare un po' il fiato e poi dalla metà di giugno cominceremo a lavorare con ancora più convinzione in vista del futuro».

Nella foto
il Ds Gianni Fossati abbraccia il Presidente Mirko Prandini

27 / 05/ 18

Potrebbero interessarti