Toccherà alla SIS Roma affrontare domani, nella finale scudetto, l'Orizzonte Catania. Le ragazze di Marco Capanna si sono imposte per 7 a 5 sul Rapallo nella seconda semifinale dei play-off disputata alla piscina Playa di Catania.
Una vittoria, quella centrata da Fabiana Sparano e compagne giunta al termine di un confronto intenso rimasto per tre tempi in equilibrio sino al break conclusivo coi gol di Shae Fournier ed il rigore trasformato da Izabella Chippini che hanno portato l'ago della bilancia a pendere verso la squadra giallorossa.
Un traguardo storico quello tagliato dal sodalizio capitolino che approda alla sua prima finale scudetto. Un traguardo che nasconde una straordinaria valenza ovvero la conquista di un posto in Europa, obiettivo accarezzato sin dalle prime battute della stagione da Capanna, dalle sue ragazze e dall'intero staff del sodalizio capitolino. All'appuntamento di domani la SIS Roma difficilmente arriverà appagata, forte anche già di un titolo: la Coppa Italia conquistata nei mesi scorsi che già aveva fatto capire di che pasta son fatte le giallorosse.

"Siano in finale. E' quello che volevamo -ha commentato raggiante a bordo vasca a fine incontro il trainer delle giallorosse, Marco Capanna- abbiamo messo in cassaforte anche la qualificazione per l'Europa: due traguardi in un colpo solo. Sono contento per le ragazze, per il presidente, per tutto l'ambiente. Contro il Rapallo abbiamo speso tante energie , ma domani proveremo comunque a fare la nostra parte. Vogliamo vincere, sappiamo che sarà difficile, conosciamo le qualità e l'esperienza del Catania, vuol dire che proveremo a fare qualcosina più di oggi. Se siamo arrivati sin qui il merito è del gruppo. Di questi obiettivi ne parliamo dal primo giorno. La finale non mi preoccupa. Dipende da come l'approcceremo, da come la giocheremo. Di certo è che saremo lì, sino alla fine".
Viso sorridente e appagato anche quello del capitano giallorosso, Domitilla Picozzi: "Dobbiamo fare passare l'emozione di questa partita e ritrovare la concentrazione. Domani ci attende una supersfida. Il Catania, inutile dirlo dispone di grandissime giocatrici che giocano bene insieme. Noi dovremo essere ancora più compatte. Un po' come abbiamo fatto ad Ostia in occasione della finale, poi vinta di Coppa Italia".

Per consultare il tabellino cliccare sul link ><

 

11 / 05/ 19

Potrebbero interessarti