Autore

Alla Bitskey Aladàr non poteva mancare Maurizio Felugo. Che ha sofferto ma alla fine non esita a sottolineare come ci sia una grande diversità nel modo d'interpretare la gara da parte dei fischietti. Ma sopratutto confida che i due Ct della nazionali maggiori, oggi coinvolti nel giudicare gli arbitri del campionato, siano il giusto supporto per trovare la giusta omogeineità.

«Abbiamo assistito ad una partita di alto livello - ha dichiarato a fine gara Felugo - si è vista un'altra pallanuoto rispetto al campionato italiano, merito soprattutto di un metro di arbitraggio completamente diverso: sono convinto sia necessaria uniformità di giudizio tra le direzioni arbitrali del nostro campionato e quelle europee. L'incontro in programma domenica e lunedì prossimo sarà la giusta occasione per confrontarsi. Nel big match di sabato contro la Sport Management sono stati fischiati ben 17 controfalli complessivi, questa sera uno solo. Penso si debbano prendere ad esempio gli arbitraggi della Finale di Supercoppa Len, dei mondiali di Budapest e di tutte le partite di questa Champions League. Sono fiducioso che il nuovo ruolo dei commissari tecnici Campagna e Conti nel giudicare gli arbitraggi del campionato possa portare a vedere sempre meno disomogenità nella direzione della gara».

 

08 / 11/ 17