Autore


Italia-Russia 11-4
Italia: Maurizi, Iodice, Ferrero, Antonucci 1, De Robertis, G. Di Martire, Guidi 2, Gregorio 2, Mezzarobba, Tozzi 1, Spione 3, Narciso 2, De Michelis. All. Silipo
Russia: Chirkov, Semenov, Mersh, Zinnurov 1, Stepanov, Pelikh, Chernyshev, Ganiev, Vasilev 1, Nosaev 1, Sheikin 1, Aukhadeev, Zasedatelev. All. Finaev
Parziali: 2-1, 3-3, 3-0, 3-0
Arbitri: Van Der Loo (NED), Can Ciger (TUR)


Prova d'orgoglio dell'Italia, contro la Russia conferma che avrebbe potuto giocare tranquillamente per una medaglia.
La gara dura praticamente un tempo e mezzo, giusto il tempo di prendere le misure e tirare fuori la rabbia per un'eliminazione, contro la Grecia giovedi, che brucia ancora. Gli ex sovietici ribaltano il 2-0 iniziale, vanno avanti 4-3, poi vengono travolti dalla maggiore tecnica e organizzazione azzurra che piazza un parziale di 8-0. Niente da dire quindi, se non che la porta di De Michelis resta inviolata per oltre 19 minuti e che qualche imprecisione in meno in superiorità avrebbe potuto allungare ulteriormente il vantaggio.
Sarà la Serbia quindi a lottare con gli azzurrini per il 5° posto. Una gara davvero interessante che metterà alla prova sia la tenuta mentale che le capacità tecnico-tattiche della squadra di Silipo.


Risultati

5°-8° posto
Serbia-Ungheria 14-10
Italia-Russia 11-4

1°-4° posto
Spagna-Montenegro 15-16 dtr (tempi regolamentari 7-7)
Grecia-Croazia 8-0


Finali

7° posto
Ungheria-Russia

5° posto
Serbia-Italia

3° posto
Spagna-Croazia

1° posto
Montenegro-Grecia

01 / 09/ 18