Fiume - Terza giornata degli Europei Master di pallanuoto nel bellissimo complesso natatorio di Costabella, a Fiume, in Croazia. Partita più che mai avvincente tra il Bayer Uerdingen e gli Happy Hippos di Budapest nella categoria 50+. Finisce in parità 5-5, con gli ungheresi che riescono a evitare la sconfitta con un gol a 6” dal termine.

A mezzogiorno in punto è iniziato l’impegno della Rari Nantes Bogliasco (65+) contro i finlandesi dello Helsingfors Simsallskap. La vittoria vai liguri, che s’impongono per 9-4 (1-0, 4-2, 2-0, 2-2) in virtù dei gol di Bartiloro (2), Massa (2), Casaleggio (2), Marchisio, Cilio e Cucchia.
A metà del primo tempo, con il risultato ancora sullo 0-0, Sante Trezza, portiere del Recco a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, riesce a parare un rigore, decretato per fallo grave di Marchisio, ma lo stesso giocatore si fa perdonare segnando subito dopo il gol del vantaggio ligure. Primo attacco del secondo tempo ed è già 2-0 con gol di Massa. Nuovo rigore per i finlandesi, ma Sante Trezza si ripete e blocca la conclusione dai 5 metri. Nella ripartenza arriva il 3-0 di Bartiloro che spalanca la porta della vittoria ai “nonni” di Bogliasco. Dopo aver subito un gol, Casaleggio porta i liguri sul 4-1 e Bartiloro rincara la dose per il 5-2 a fine secondo tempo (Trezza subisce il gol all’ultimo secondo). Cilio porta i liguri sul 6-2. Il 7-2, risultato con il quale i bogliaschini chiudono il terzo tempo, porta la firma del mancino Casaleggio. Cucchia (con Cilio campione del mondo master categoria over ‘65 lo scorso anno a Kazan) firma l’8-2 a inizio quarto tempo e dopo un gol subito Massa porta i liguri sul 9-3, ipotecando definitivamente la vittoria. La partita finisce sul 9-4.

Nei 45+ sono scesi in vasca gli italiani dell’Euro Sporting Roma e i Masters di San Pietroburgo, partita finita con la vittoria dei russi per 7-5 (1-2, 2-0, 3-0, 1-3). Di Ruzzini (2),l Capuani (2) e Feoli i gol italiani. In vantaggio 2-1 dopo il primo quarto (gol di Ruzzini e Capuani), l’Euro Sporting Roma (45+) ha subito la rimonta dei Masters di San Pietroburgo, che ha piazzato un parziale di 5-0 nel secondo e terzo tempo, portandosi sul 6-2. Con cinque minuti ancora da giocare, sperare in una rimonta sembrava quanto meno improbabile, per non dire impossibile. Feoli e Capuani hanno ridotto lo svantaggio a -2, ma dopo aver subito il settimo gol i giochi erano fatti e a nulla è valso il gol di Ruzzini nel finale.

Euro Sporting in vasca anche nella categoria 35+, con avversari gli ungheresi del Bull’s Blood (Sangue di toro, ossia Egri Bikavér, il famoso vino rosso prodotto a Eger). Sotto di un gol, gli italiani pareggiano con Mazzi, ma poi subiscono uno 0-3 che non ammette repliche. Gli ungheresi dilagano e al giro di boa hanno 5 gol di vantaggio (7-2). Finisce 12-3 (3-1, 4-1, 2-0, 3-1). I gol italiani portano la firma di Mazzi, Filippi e Valente.

Nella vasca contigua, nella categoria 50+ si sono affrontati i Sunday Boys di Budapest e la Dynamo Mosca del grande Giorgi Mshvenieradze (classe 1960). Lo abbiamo fermato prima della partita e ha mandato un grande saluto a tutti gli appassionati di pallanuoto in Liguria che ancora ne ricordano le gesta. Eppoi, la classe non è acqua! Appena sceso in vasca ha piazzato due gol alla sua maniera nell’arco di 20 secondi alla fine del primo tempo, segnandone un terzo a metà della seconda frazione di gioco per il momentaneo 6-2 a favore dei russi! La partita si conclude con un perentorio 15-4, con Misha che aggiunge un altro gol, “anche se non mi alleno almeno due anni”, si è lamentato il centroboa georgiano.

La giornata si è conclusa a tinte... rosa. Nelle due vasche contigue della piscina coperta si sono affrontate le ragazze dell’Argentario e quelle dello Stepp di Praga, le britanniche English Roses e l’ETV di Amburgo. Scontata la vittoria delle tedesche (8-2), mentre tra Argentario e Stepp è stata partita vera. Risultato altalenante fino a tre quarti di gara (3-3, con Marta Faggin che incassa un pallonetto all’ultimo secondo del terzo tempo). A metà dell’ultima frazione di gioco, la Aleeva porta la compagine italiana sul 4-3 e poi bissa a un minuto dal termine, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria, che l’Argentario non si lascia sfuggire nonostante il gol subito a 15” dal fischio della sirena. Finisce 5-4 (2-2, 1-0, 0-1, 2-1), con gol di Pustinnikova (2), Aleeva (2) e Kashkovskaya.

Nelle foto Sante Trezza, portiere della RN Bogliasco 65+

M E N

30+         WPC Kazan/RUS – WPC Somovi Belgrade/SRB 6-7
30+         VSC Neptun Budapest/HUN – ACS Brenntag Romania/ROU 10-4
30+         Bayer Uerdingen/GER – WPC Masters Ukraine/UKR

35+         Euro Sporting Rome/ITA – Demeter Eger/HUN 3-12
35+         VK Partizan Belgrade/SRB – CN Real Canoe Madrid/ESP 10-9
35+         WPC Uzhgorod/UKR – VK Jadran Herceg Novi/MNE 4-4

40+         Masters St. Petersburg/RUS – WPC YBL Budapest/HUN 3-5
40+         VK Veteran 70 Split – PVK H2O Polo Piestany/SVK 15-5
40+         Bayer Uerdingen/GER – WPC Masters Ukraine/UKR 13-4
40+         VK Veteran Dubrovnik/CRO – VK Primorje Rijeka/CRO 11-4

45+         Imperial Sport Chisinau/MDA – VK Brodograd/CRO 14-7
45+         Masters St. Petersburg/RUS – Euro Sporting Rome/ITA 7-5

50+         Esti Izmir/TUR – Germany 50/GER 4-6
50+         Bayer Uerdingen/GER – Happy Hippos Budapest/HUN 5-5
50+         BVSE Sunday Boys Budap./HUN – Dynamo Mast. Mosc./RUS 4-15
50+         Old Boys Prague/CZE – WPC Kiev/UKR 4-12

55+         SV Cannstatt/GER – Masters St. Petersburg/RUS 5-7
55+         HZC de Robben Hilvers./NED – CN Real Canoe Madrid/ESP 4-6
55+         Helsingfors Simsallskap/FIN – PSV Eindhoven/NED 9-5

60+         SV Poseidon Cannstatt/GER – SC Duesseldorf 98/GER 2-8
60+         SV Neptun Berlin-Koepenick/GER – SC Kalev Tallinn/EST 2-5

65+        RN Bogliasco/ITA – Helsingfors Simsallskap/FIN 9-4
65+        SV Poseidon Hamburg/GER – SV Cannstatt (70+)/GER 5-3
65+        PVK H2O Polo Piestany/SVK – SV Cannstatt (65+)/GER 8-2

W O M E N
30+         ASD SC Argentario/ITA – Stepp Prague/CZE 5-4
30+         WPC English Roses/GBR – ETV Hamburg/GER 2-8

14 / 09/ 16