La quarta giornata degli Europei Master di pallanuoto è iniziata con una serie di partite molto interessanti e dall’esito tutt’altro che scontato. Nella categoria 45+ l’Euro Sporting di Roma non è riuscito ad andare oltre al pari con l’Imperial Sport di Chisinau: 6-6 il risultato finale.
La curiosità: tra gli Over 65, i tedeschi del Cannstatt Stoccarda (70+) schiera il giocatore più anziano del campionato, Erhard Knackestedt, nato il 25 agosto 1938, mentre tutti i suoi compagni di squadra sono nati durante la II Guerra mondiale, tra il 1940 e il 1945.
La prima parte del programma odierno si chiude con la sconfitta della Rari Nantes Bogliasco contro l’H2O Polo Piestany. Gli slovacchi falliscono un rigore al 2’, ma i liguri non ne approfittano e a 51” dalla fine del primo tempo subiscono lo 0-1. Rimedia nell’attacco successivo Carlo Massa con un improvviso tiro da fuori che non dà scampo al portiere avversario. Dopo un intervento brillante di Sante Trezza, il Bogliasco subisce comunque la rete dell’1-2 per merito del centroboa slovacco che con una beduina batte Trezza a 2” dalla sirena. Secondo rigore per la squadra dell’H2O Polo Piestany a metà del secondo tempo, ma il portierone dei bogliaschini non si lascia intimidire e blocca la conclusione dai 5 metri. Sul capovolgimento di fronte Angelo Cilio segna il gol del 2-2. Ben presto, però, Trezza è costretto a capitolare dopo una bella conclusione da fuori. Carlo Massa non ci sta e riagguanta il pari: 3-3 al giro di boa. Pessimo inizio di terzo tempo per la Rari Nantes Bogliasco, che in un minuto e mezzo incassa due reti. La squadra della città di Piestany, principale stazione termale della Slovacchia, è tutt’altro che sprovveduta e riesce a evitare la rimonta ligure. Oliviero Cannella porta Bogliasco sul 4-5, ma subito dopo un “gol fantasma”, convalidato nonostante le proteste, comunque garbate, dei liguri riporta gli slovacchi sul +2. Il tempo scorre impietoso e nonostante il gol di Cucchia sulla sirena, l’H2O Polo Piestany s’impone per 6-5  (2-1, 1-2, 2-0, 1-2). In gol Massa (2), Cilio, Cannella e Cucchia.
Il programma pomeridiano, iniziato con un incontro molto interessante tra il Kranj e i Veterani di Spalato nella categoria 40+, vede scendere in vasca due selezioni dell’Euro Sporting Roma. Nei 35+ hanno affrontato i serbi del Partizan Belgrado mentre negli Over 60 i tedeschi del Poseidon Cannstatt. La squadra più giovane ha aperto bene la partita contro i belgradesi, portandosi in vantaggio 1-0 e 2-1 (gol di Sesena e Vignati dai 5 metri), venendo però entrambe le volte raggiunti dagli avversari e subendo poi anche la terza rete in inferiorità numerica. I romani incassano anche il quarto gol con un uomo in meno in vasca e la strada si fa decisamente in salita. Minati riapre i giochi e a 50” dal giro di boa Murru ristabilisce la parità (4-4). Nel primo attacco del terzo tempo i serbi si riportano in vantaggio e la stessa cosa accade anche all’inizio dell’ultima frazione di gioco. Un bel gol di Filippi riporta Roma a -1. La partita è di quelle vere ma alcuni errori banali impediscono all’Euro Sporting di rientrare in partita. Ne approfittano i serbi, che con un diagonale da nove metri si portano sul 7-5. Vignati si fa parare un rigore da Vasiljević e le residue speranze di un risultato positivo svaniscono nel nulla, nonostante la rete di Murru a 23” dal termine. La partita si chiude su 6-7 (2-3, 2-1, 0-1, 2-2). Di Murru (2), Minati, Filippi, Sesena e Vignati le reti italiane.
Gli Over 60 romani cercano di mettere subito al sicuro il risultato e chiudono il primo tempo sul 3-0 con due gol di Muntean e uno di Marassi. Criscuolo porta la compagine italiana sul 4-0, ma poi subisce due gol in 40” e al giro di boa si va sul 4-2. Dopo il terzo gol dei tedeschi, Muntean ridà un o’ di respiro ai suoi. Nuovo gol dei tedeschi e replica immediata di Di Foggia per il momentaneo 6-4. Dopo aver mancato in più occasioni il 7-4, arriva la punizione da parte della compagine di Stoccarda che si porta a -1. Adrian Muntean fa poker e dopo tre tempi Roma è avanti 7-5. Il centroboa Migliori e il solito Muntean compiono l’allungo decisivo. Migliori aggiunge un altro gol per il 10-5. Chiude i conti Criscuolo a 2” dal suono della sirena, segnando il gol del definitivo 11-5 (3-0, 1-2, 3-3, 4-0) in virtù dei gol di Muntean (5), Marassi, Criscuolo (2), Di Foggia, Migliori (2).

Nella foto Rajmund Fodor

I risultati odierni

30+ (Place 5-7)    WPC Belgrade/SRB – Masters Ukraine/UKR 5-18
30+ (SF)                Bayer Uerdingen/GER – Kazan/RUS 8-2
30+ (SF)                Somovi Belgrade/SRB – Neptun Budapest/HUN 4-9

35+        WPC Uzhgorod/UKR – Demeter Eger/HUN 2-8
35+        Euro Sporting Rome/ITA – VK Partizan Belgrade/SRB 6-7
35+        CN Real Canoe Madrid/ESP – VK Jadran Herceg Novi/MNE 5-7

40+        Wasserfreunde Spandau 04 – VK Veteran Dubrovnik/CRO 6-7
40+        Kranj 75/SLO – Veteran 70 Split/CRO 9-8
40+        PVK H2O Polo Piestany/SVK – Bayer Uerdingen/GER 3-7
40+        VK Rijeka 40/CRO – Masters St. Petersburg/RUS 6-10

45+         Happy Hippos Budapest/HUN – Masters St. Petersburg/RUS 6-5
45+         Euro Sporting Rome/ITA – Imperial Sport Chisinau/MDA 6-6

50+ (Pl. 5-8)    Germany 50/GER – Old Boys Prague/CZE 8-9
50+ (Pl. 5-8)    Sunday Boys Budapest/HUN – Esti Izmir/TUR 12-6

55+        CN Real Canoe Madrid/ESP – Masters St. Petersburg/RUS 5-1
55+        SV Cannstatt/GER – PSV Eindhoven/NED 10-5
55+        HZC de Robben Hilvers./NED – Helsingfors Simsallskap/FIN 11-6

60+        SC Duesseldorf 98/GER – SV Neptun Berlin-Koepenick/GER 5-1
60+        Euro Sporting Rome/ITA – SV Poseidon Cannstatt/GER 11-5

65+        PVK H2O Polo Piestany/SVK – RN Bogliasco/ITA (ind Right) 6-5
65+        Helsingfors Simsallskap/FIN – SV Cannstatt (70+)/GER  8-8
65+        SV Poseidon Hamburg/GER – SV Cannstatt (65+)/GER 5-3

 

15 / 09/ 16