Autore


Plebiscito Padova – UVSE Budapest   8-7   (And. 6-6)

Plebiscito Padova: Teani, Barzon 3 (1 rig.), I. Savioli, Gottardo, Queirolo 1, Casson 1, A. Millo, Dario, Grab 2, Ranalli 1, Meggiato, Armit, Giacon. 
All.: Stefano Posterivo
Ujpest: Gangl, J. Neushul, Antal 1, Parkes, Szucs 1, Keszthelyi 3, Farago, Sevenich 1, E. Kiss, Rybanska, Paul 1, V. Baksa, Maczko. 
All. Benczur
Arbitri: Dreval (RUS), Rakovic (SRB)
Parziali: 2-5, 2-1, 2-1, 2-0 
Note: sup. num. Padova 2/11, UVSE 3/10. Rigori: Padova 1/1

Il Padova vince in rimonta la gara di ritorno dei  quarti di finale di Euro League imponendosi per 8 a 7 in rimonta sulle ungheresi dell’UVSE centrando una storica qualificazione alle semifinali della kermesse continentale. Sotto di tre reti a conclusione del primo quarto di gara, le ragazze di Stefano Posterivo hanno iniziato un lento, straordinario recupero conclusosi a poco più di due minuti dal suono della sirena grazie al gol di Devin Grab, già in gol nel corso del match. Tre le reti (una su rigore) messe a segno da Laura Barzon. A segno anche Elisa Queirolo ed Alessia Casson. Preziosi e spesso provvidenziali gli interventi tra i pali di Laura Teani.  

«Siamo alla final four –il commento di un finalmente sorridente Stefano Posterivo– ce lo meritavamo per il percorso che stiamo facendo con le ragazze da qualche anno. C’eravamo andati vicini un paio di volte. Per come è arrivato questo è un successo straordinario sono molto soddisfatto. Avevamo  cominciato male poi abbiamo concesso all’UVSE due gol in tre temi continuando a fare quello che sappiamo fare. Soprattutto credendoci che è la cosa che mi piace di più. Ancora una volta abbiamo dimostrato un carattere e una forza morale che mi gratifica. Le ragazze meritavano di scrivere un’altra pagina di storia per Padova. E’ stata anche una rivincita rispetto a quanto accaduto lo scorso anno quando dopo il pari dell’andata abbiamo ceduto nella sfida di ritorno. Abbiamo rivisto gli spettri di quanto accadde allora, ma quest’anno quest’anno abbiamo una consapevolezza ed una voglia diversa. La Coppa come abbiamo sempre detto è un obiettivo che avevamo e continuiamo a cullare il sogno»   

Gli altri risultati (in grassetto le squadre qualificate)

Olympiacos Piraeus – CN Sant Andreu 10-6 (andata 16-7)
Arbitri: Varkonyi (HUN), Goncharenko (UKR)

NC Vouliagmeni – Kinef Kirishi  9-7 (andata: 10-11)
Arbitri: Peris (CRO), Mauss (GER)


Martedì 12 marzo

18,30
CN Sabadell - Orizzonte Catania
Arbitri: Duthil Dumas (NED), Boudramis (GRE)
andata 12-9

09 / 03/ 19