Autore


RN Savona – CN Sabadell 25-26 dtr
Andata: 13-13

RN Savona: Massaro, Rocchi 2, Patchaliev, Vuskovic 2, Molina 1, Rizzo 1, Caldieri, Bruni 1, Campopiano 1, Fondelli 2, Iocchi Gratta, Giovanetti, Da Rold.
All. Alberto Angelini
CN Sabadell: Lorrio, Cabanas 2, Gil, Teclas, Sanahuja 2, Valera 4, Bertran, Bonet, Averka 1, Banicevic, Lopez Escribano 1, Veich, Serrano.
All. Quim Colet
Arbitri: Bouchez (FRA), Golikov (RUS)
Parziali: 2-2, 4-2, 1-3, 3-3. Penalty: 15-16

Un vera beffa. La Rari Nantes esce dall’Euro Cup dopo aver disputato una gara certamente a fasi alterne, ma conclusa con una serie allucinante di tiri di rigore (4 serie). E in questi casi chi è più bravo, o chi è più fortunato, la spunta. Così il Sabadell approda in semifinale, mentre la Rari dovrà rituffarsi a testa bassa nel campionato e dimenticare al più presto questo match. Iberici avanti nella prima frazione, ma i biancorossi riescono a trovare il pari prima della sirena. Secondo quarto dirompente per i padroni di casa che arrivano all’intervallo lungo con due reti di vantaggio. Il Sabadell recupera nel terzo quarto, e rimette tutto in parità alla sua conclusione. Ultimo periodo al cardiopalma: Valera e  Lopez Escribano portano gli iberici sul doppio vantaggio, Fondelli e Bruni li riprendono, e la Rari perde ad un minuto dal termine l’occasione con l’uomo in più di assestare il colpo. Finisce 10-10 e si va ai penalty. Dopo una serie di interminabili tiri, la stanchezza si fa anche sentire: Serrano para su Iocchi Gratta, Lopez Escribano trafigge Da Rold. Il Sabadell vola in semifinale.
Amaro il commento del capitano Valerio Rizzo:«C’è tanto dispiacere perché ci abbiamo provato fino all’ultimo. Proviamo delusione ma abbiamo la consapevolezza che se non seguiamo alla lettera tutte le indicazioni dell’allenatore non siamo una squadra che può arrivare fino in fondo alle competizioni continentali».

***   ***   ***

Telimar Palermo – Mladost Zagreb 16-7
Andata 11-7

Telimar Palermo: Nicosia, Del Basso 1, Turchini, Di Patti, Occhione 2, Vlahovic 4, Giliberti, Marziali 1, Lo Cascio 1, Irving 3, Lo Dico 1, Basic 3, De Totero.
All. Marco “Gu” Baldineti
Mladost Zagreb: Jurlina, Samardzic 1, Pliskevich, Biljaka 1, Lazic, Dasic 1, Vrbnjak 2, Rakovac, Mihajlevic, Bajic 2, Fabris, Skiljic, Udovic.
All. Zoran Bajic
Arbitri: Achladiotis (GRE), Schopp (GER)
Parziali: 3-1, 6-3, 2-1, 5-2

Tutto facile per il Telimar che fra le mura amiche infligge ancora una sconfitta alla Mladost e approda per la sua prima volta in una semifinale europea. Unico neo di questa gara: la mancanza di pubblico per l’inagibilità delle tribune. Forse la politica romana, anziché lanciare proclami in cerca di aiuti, dovrebbe pensare proprio a situazioni locali che tengono lontano il pubblico dalle manifestazioni sportive. Ed i palermitani hanno sempre dato prova di quanto amino la pallanuoto.
«Una differenza abissale con la partita di sabato contro la Roma – commenta a fine gara Gu Baldineti -. Bell'approccio, erano tutti convinti, caricati, hanno fatto tutti veramente un'ottima partita. Ho rivisto anche tante cose belle, i contropiedi, che era da un po' che non facevamo più. Complimenti ai ragazzi. Hanno fatto veramente una splendida partita e complimenti a tutta la società, a tutti noi, perché questo è un ottimo traguardo e, conoscendo il presidente, non vogliamo fermarci qua. Aspettiamo questa semifinale e vediamo».

***   ***   ***

Szolnok – CC Ortigia 10-15
Andata 4-9

Szolnok: Gardonyi, Angyal 1, Szeghalmi, Schmolcz, Nagy 1, Gbadamassi 1, Jansik 2, Kovacs, Konarik 3, K. Milakovic, Zovic 1, Teleki 1, Banyai.
All. Zoltan Hangay
CC Ortigia: Tempesti, Cassia 1, F.Condemi 2, A.Condemi 1, Klikovac, Ferrero 1, Di Luciano, Gallo 4, Mirarchi 2, Rossi 3, Vidovic, Napolitano 1, Piccionetti.
All. Stefano Piccardo
Arbitri: Koryzna (POL) e Jaumandreu (ESP)
Parziali: 3-2, 1-4, 3-6, 3-3

Il tanto temuto Szolnok alla fine non si è visto: priva del suo tecnico Gocic (squalificato) la formazione magiara si dimostra inferiore agli aretusei e rimedia la seconda sconfitta con cinque reti di scarto. L’Ortigia dunque passa in semifinale e dimostra di avere le carte in regola per puntare in alto in Euro Cup.
Soddisfatto della prestazione dei suoi il tecnico Stefano Piccardo:«Vincere 15-10 in casa dello Szolnok, difendendo 5 su 13 a uomo in meno, significa aver fatto una grandissima prestazione. Devo fare i complimenti ai miei giocatori. Il palcoscenico è loro, se siamo arrivati alla terza semifinale europea è solo grazie a questi giocatori. È stata un'esperienza bellissima venire qui, giocare e vincere questa partita. Adesso testa al Savona e poi vedremo cosa ci dirà il sorteggio, accettando chiunque ci toccherà. Oggi la squadra ha giocato una gara attentissima in attacco, come gli avevo chiesto, abbiamo avuto solo qualche leggera sbavatura, poi per il resto siamo stati bravi, siamo andati sotto e abbiamo resistito. Bisognava avere la mente fredda per affrontare i momenti difficili della partita e devo dire che i ragazzi hanno risposto alla grande. Il nostro obiettivo era vincere e lo abbiamo fatto benissimo».

***   ***   ***

EURO CUP – Riepilogo risultati
Quarti di finale – gara 2

RN Savona – CN Sabadell 25-26
(andata 13-13)
CN Sabadell in semifinale

Szolnok – CC Ortigia 10-15
(andata 4-9)
CC Ortigia in semifinale

Telimar Palermo Mladost Zagreb 16-7
(andata 11-7)
Telimar Palermo in semifinale

BVSC Budapest – CN Barcelona 9-12
(andata 6-6)
CN Barcelona in semifinale

Nella foto
Luca Marziali


 

10 / 11/ 21