Autore

Genova - «Credo che oggi trovare una società che punti su una persona e stringa con lei un legame lungo 23 anni, sia una cosa impossibile. Per questo voglio ringraziare lo Sturla che ha avuto fiducia in me per tutto questo tempo».
Franco Falcone, allenatore di “lungo corso” annuncia così la sua uscita di scena dalla Sportiva Sturla. «Forse con un po’ di amaro in bocca finisce la mia attività di tecnico della prima squadra».
Sarà difficile pensare ai bianco verdi senza di lui: «Sono cresciuto e direi anche un po’ invecchiato nella Sportiva Sturla, condividendo vittorie, sconfitte, esperienze, gioie, delusioni, amicizie. Insomma 23 anni di sport e di vita vissuta, nei quali ho incontrato una moltitudine di persone: atleti, genitori, tecnici, dirigenti, allenatori. In un confronto quotidiano di esperienze professionali di ottimo livello, un crescendo di relazioni, molte delle quali si sono consolidate e le porto tutt’oggi nel cuore».
Un’avventura che sembrava non avere mai fine: « Lo Sturla è sempre stata la mia dimensione: la pallanuoto, il mare, la pesca subacquea, gli stage estivi in Croazia e ad Arpy, il Torneo del mare, il Torneo Alligators (ora Cicci Pastorino). Eventi importanti, che hanno sempre di più rafforzato in me l’idea che la Sportiva Sturla fosse una seconda famiglia e che lo sport debba essere innanzitutto identificazione in un progetto sportivo con colori sociali ben delineati. Ho sempre creduto che questo momento non sarebbe mai arrivato, perché in passato sono state diverse le opportunità di cambiamento, ma le ho sempre rifiutate, in considerazione dell’affetto e dell’attaccamento provato nei confronti dei colori bianco-verdi».
Un divorzio che comunque, al di là dell’emozione che può suscitare in ogni uomo, è senza rancore:«Ringrazio colleghi e dirigenti, che con passione e competenza hanno seguito con me generazioni di ragazzi. Ringrazio atleti, grandi e meno grandi, perché vero motore e fine ultimo della nostro agire quotidiano. Lascio quindi un pezzo del mio cuore in società, certo di aver dato tutto quello che potevo e consapevole del fatto che difficilmente potrò rivivere altrove quello che ho vissuto tutti questi anni in via 5 Maggio2D».


Nella foto
Franco Falcone durante un'edizione passata del "Trofeo del Mare" mentre arbitra un'icontro.

19 / 06/ 17