Grande gesto di coraggio nei Balcani: in Croazia, in Grecia ed in Ungheria ripartono i campionati. Ma sempre con la scomoda presenza del covid 19.
Tanto entusiasmo, ma nessuna federazione ha affrontato ufficialmente il problema: in caso di atleti o dirigenti positivi cosa accadrà? Sembra quasi che i tre mesi di stop si siano volatilizzati.

Intanto il ministro Spadafora annuncia che da domani potranno riprendere gli sport di “contatto” con allenamenti e partite: ben venga questa tanto agognata ripartenza con la speranza che tutto fili liscio.
A dimenticare si fa presto, ma l’attenzione non deve calare: il covid è fra noi, quindi trattiamolo come un acerrimo nemico.

I programmi all’estero

Croazia
La Lega Adriatica è ferma. Il campionato croato riprende oggi.

Quarti di finale – gara 1
24 giugno
Primorje EB - Jadran Split
Solaris - Mornar BS
25 giugno
Galeb MR - Jug AO
26 giugno
Zagreb (20.45) Pošk - Mladost

Quarti di finale – gara 2
26 giugno
Jug AO - Galeb MR
27 giugno
Mladost -  Pošk
Jadran - Primorje EB
Mornar BS – Solaris

Grecia
Il campionato proseguirà sabato, con le partite della  19ª giornata. Successivamente, si giocheranno le altre tre giornate fino alla fine della regular season. La federazione greca non ha ancora deciso in merito ai playoff. E’ stato chiesto però un parere alle società se intendono o no parteciparvi.

Ungheria

Oggi è in programma gara 1 fra  Kanizsa e KSI (gara 2 il 27) spareggio che determinerà chi prenderà il posto del Szombathely, che si è ritirato dalla lega A1 e giocherà nella lega A2 la prossima stagione.
Quindi a metà luglio si inizierà a giocare all’aperto la Magyar Kupa 2020/21 con ben sedici squadre che si concluderà a metà agosto.

 

24 / 06/ 20