Autore


Padova e Orizzonte Catania accedono alle semifinali di Coppa Italia del prossimo 5 gennaio. 
Rapallo, NC Milano, Sis Roma e Florentia approdano a loro volta ai quarti di finale in programma il 4 gennaio. 
Bogliasco, Css Verona, F&D H2O e Torre del Grifo fuori dai giochi. 
Questo l’esito, dopo tre giorni di gare, della fase preliminare della Coppa che ha coinvolto (suddivise in due gironi: Padova e Anzio) tutte e dieci le prossime protagoniste del campionato femminile di serie A1

Il programma dei quarti – 4 gennaio 2019
A: Rapallo – RN Florentia
B: Sis Roma – NC Milano

Semifinali – 5 gennaio 2019
Plebiscito Padova – vincente gara B
Orizzonte Catania – vincente gara A

La finale per il quinto posto tra le perdenti dei quarti si disputerà il 5 gennaio. 
Le finali per il terzo e primo posto sono previste il 6 gennaio 2019.   

Girone A - Padova

La classifica finale: Plebiscito Padova 12, Rapallo 9, NC Milano 6, Bogliasco 3, Css Verona 0.

Plebiscito Padova - Rapallo Pallanuoto 15-11
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 3, Mazzolin, Gottardo 2, Queirolo 1, Casson 2, A. Millo 2, Dario, Grab 3, Ranalli, Meggiato, Cardillo 2, Giacon. 
All.: Stefano Posterivo
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta 2, Viacava 1, Avegno 2, Marcialis, Gagliardi 2, Giustini, D'Amico, Emmolo 3 (1 R), Zimmerman 1, Genee, A. Cocchiere, Bianco. 
All.: Luca Antonucci
Arbitri: Scappini, Navarra
Parziali 3-3, 3-3, 5-4, 4-1. 
Note: uscite per limite di falli Queirolo, Meggiato e Cardillo (P), Cocchiere (R) nel quarto tempo. Espulse per reciproche scorrettezze Mazzolin (P) e Viacava (R) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Padova 8/16, Rapallo 6/17. 

CSS Verona - NC Milano 9-15
CSS Verona: C. Mattioni, Bartolini, Peroni, Russo, Borg 2, Castagnini, Braga 2, Perna 1, S. Mattioni, Prandini, Verzini 4, Lonardi, Carli. 
All.: Giovanni Zaccaria
NC Milano: Imperatirce, Apilongo 3, Crudele 1, Gitto 3, A. Repetto, Fisco 1, Kuzina 1, Amoretti 1, Gragnolati 4 (1 R), Vukovic, Murer, L. Repetto, Tamborrino. 
All.: Leonardo Binchi
Arbitri: Bensaia, Baretta
Parziali 3-5, 2-3, 2-4, 2-3. 
Note: uscita per limite di falli Fisco (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Verona 4/8 + 1 rigore, Milano 5/10.


I risultati delle giornate precedenti

1a giornata - venerdì 5 ottobre
Bogliasco - NC Milano 12-14
Plebiscito Padova - CSS Verona 23-3

2a e 3a giornata - sabato 6 ottobre
CSS Verona - Bogliasco 8-16
NC Milano - Rapallo Pallanuoto 8-14
Rapallo Pallanuoto - Bogliasco 12-6 
Plebiscito Padova - NC Milano 11-7

4a giornata – domenica 7 ottobre
Rapallo Pallanuoto - CSS Verona 20-7
Bogliasco - Plebiscito Padova 9-13

Girone B - Anzio

Classifica finale: Orizzonte Catania 12, Sis Roma 9, RN Florentia 6, F&D H2O 3, Torre del Grifo 0. 

Torre del Grifo - Orizzonte Catania  0-21
Torre del Grifo: Maimone, Esposito, Bucisca, Buccheri, Vitaliti, Baranovicova, Battaglia, De Mari, Marletta, Longo, Halocka, Mirabella. 
All.: Giusi Malato
Orizzonte Catania: Gorlero, Ioannou 1, Garibotti 2, Bianconi 2, Aiello 1, Giuffrida 2, Palmieri 4, Marletta 3, Van Der Sloot 4, Koolhaas 1, Riccioli, Santapaola 1, Schillaci. 
All.: Martina Miceli
Arbitri: Alfi, Barletta
Parziali 0-8, 0-3, 0-5, 0-5. 
Note: superiorità numeriche: Torre del Grifo 0/2, Catania 2/2.

SIS Roma - F&D H2O 16-9 
SIS Roma: Sparano, Tabani 2, Galardi 1, Abrizi, Tori, Tankeeva 3, Picozzi 3, Sinigaglia 3, Iannarelli, Di Claudio, Chiappini 2, Fournier 2, Brandimarte. 
All.: Marco Capanna
F&D H2O: Minopoli, De Cuia, Pustynnikova 2 (1 R), De Marchis, Zenobi 1, Rosini, Amedeo 1, De Vincentis, Colletta, Clementi 1, Centanni 4, Bagaglini, Meccariello. 
All.: Danilo Di Zazzo
Arbitri: Pascucci, Castagnola
Parziali 3-1, 5-3, 5-2, 3-3. 
Note: nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Roma 3/11, H2O 3/9.

I risultati delle giornate precedenti

1a giornata - venerdi 5 ottobre
Torre del Grifo - SIS Roma 2-17 
RN Florentia - F&D H2O 7-5

2a e 3a giornata - sabato 6 ottobre
SIS Roma - RN Florentia 8-1
F&D H2O - Orizzonte Catania 2-21
Orizzonte Catania - RN Florentia 11-3
Torre del Grifo - F&D H2O 5-9

4a giornata – domenica 7 ottobre
Orizzonte Catania - SIS Roma 7-5
RN Florentia - Torre del Grifo 6-4

L’albo d'oro della Coppa Italia femminile
2012 Orizzonte Catania 
2013 Orizzonte Catania
2014 Rapallo Pallanuoto
2015 Plebiscito Padova
2016 Bogliasco
2017 Plebiscito Padova
2018 Orizzonte Catania

I COMMENTI

Stefano Posterivo tecnico del Plebiscito Padova: “E’ andata bene, sono molto soddisfatto, a prescindere dal primo posto del girone e del risultato, che comunque per me in questo momento ha un importanza relativa. Senza due marcatori, senza portiere titolare, senza cambio per il centro boa, le quattro giovani in campo, il portiere Giacon classe 2001, Meggiato, Mazzolin e Cardillo classe 2000, si sono giocate benissimo le loro possibilità e questo mi ha dato grande soddisfazione. Vuol dire che stiamo costruendo qualcosa di valido anche a livello giovanile e si stanno preparando al meglio per giocare anche in campionato. In questo momento di difficoltà abbiamo conquistato una vittoria contro una squadra molto buona, costruita per essere nei piani alti della classifica e che ha dimostrato di essere squadra di livello”. Relativamente ai prowssimi appuntamenti Posterivo dixcwe: “La preoccupazione è recuperare le atlete infortunate, vedremo chi riuscirà a recuperare per l’inizio del campionato, e domani arriva anche l’australiana Armit per completare la rosa. Intanto ci godiamo questa qualificazione, lunedì di riposo perché disputare quattro partite di questo livello in 30 ore è stato molto faticoso, ma da martedì torniamo in acqua a lavorare in vista dell’esordio in campionato di sabato prossimo”.

Luca Antonucci trainer del Rapallo: «Prime tre partite giocate bene, contro il Padova invece non abbiamo interpretato il match nel modo giusto dall’inizio, complici alcune decisioni arbitrali quantomeno dubbie, vedi le troppe espulsioni fischiate da una parte e dall’altra. Abbiamo tenuto bene per tre tempi, purtroppo nel quarto parziale di gioco quattro errori ingenui da parte nostra hanno compromesso il risultato consegnando la vittoria al Plebiscito. Nel complesso bene così, l’obiettivo final six di Coppa Italia è raggiunto. Per il resto c’è ancora molto da lavorare dal punto di vista del gioco, la squadra è rinnovata e dobbiamo giocare molto per rodare i meccanismi. Ora, subito testa alla prima di campionato: ci aspetta una settimana di lavoro per preparare al meglio la partita con la Roma, che sarà difficilissima».

Martina Miceli coach dell’Orizzonte Catania: “Il nostro bilancio è sicuramente positivo così come lo è il modo in cui abbiamo ottenuto la qualificazione. Nella partita contro la Sis Roma non abbiamo giocato benissimo, ma sapevamo a cosa saremmo andate incontro. Stiamo provando a giocare in modo più aggressivo e un po’ più a pressing, ma il percorso è ancora lungo perchè non è nelle nostre corde giocare in questo modo, però siamo sulla buona strada. Sono davvero soddisfatta anche delle nuove giocatrici inserite in rosa, che hanno fatto molto bene. Ilse Koolhaas in difesa è davvero eccellente, deve migliorare un po’ in attacco. Giulia Gorlero è di un’altra categoria e, anche se per lei non c’è stato bisogno di fare grandi cose, il solo fatto di averla lì in porta rappresenta per noi un valore aggiunto. Sembra di essere tornati ai tempi di Cristiana Conti. Mi piace e mi diverte avere una rosa così e secondo me questo vale per tutta la squadra. Questa è la cosa più importante”.

Danilo Di Zazzo allenatore dell'F&D H2O Velletri: "Nel complesso è stato un ottimo test per noi, che ci deve dare la consapevolezza di poterci togliere delle soddisfazioni durante la stagione! Ora c’è da lavorare sul gruppo che deve compattarsi e soprattutto dovremo provare tanto delle situazioni che si sono viste durante questi incontri. Non faccio nomi, ma devo dire che alcune ragazze mi stanno piacendo tanto per la loro applicazione! Continuiamo così e prepariamo bene la partita di sabato a Bogliasco che sarà subito un primo match verità”.

Andrea Sellaroli trainer della RN Florentia: “Abbiamo bisogno ancora di qualche giorno di lavoro, ma sono molto contento per l’intensità di gioco e l’impegno che hanno mostrato le ragazze. Non era scontato passare il turno, era la prima gara ufficiale con tutto l’organico a disposizione e alcuni meccanismi richiedono tempo e pazienza. In ogni caso ci sono tutte le condizioni per fare bene. Ora testa al campionato”.

07 / 10/ 18