Torna  in vasca la Coppa Italia, competizione che domani e sabato vedrà le otto formazioni qualificate al termine del primo turno affrontarsi per decretare le quattro qualificate che dal 29 al 31 gennaio del prossimo anno si contenderanno la vittoria del trofeo nella Final Four. Savona e Palermo sono le sedi prescelte per la disputa dei due gironi.

In Liguria, dove il Prefetto ha chiuso l’accesso del pubblico in piscina, parte sicuramente favorita la rinnovata Pro Recco di Gabi Hernandez che dovrà però faticare molto di più rispetto allo scorso fine settimana. Si prospetta decisamente più equilibrato il confronto tra i padroni di casa, formazione ulteriormente rinforzatasi rispetto alla precedente annata e che potrà contare sul fattore campo, ed un Ortigia che in quel di Napoli ha già dimostrato di possedere una condizione atletica più che buona uscendo fuori alla distanza nelle due partite giocate. Più staccata e chiamata a recitare il ruolo di outsider la Roma Nuoto.

In Sicilia la corazzata Brescia non dovrebbe avere problemi per riuscire ad aggiudicarsi il primo posto sfruttando l'occasione per mettere a punto, in ottica campionato, sia gli automatismi che la condizione. Verifica importante per i padroni di casa che, dopo i successi dello scorso weekend, devono confermare di aver ulteriormente assimilato le direttive di Baldineti per riuscire a staccare il pass per l'ultimo atto della manifestazione. Il Circolo Nautico Posillipo arriva in Sicilia per verificare lo stato del lavoro fin qui svolto e alla ricerca della necessaria continuità ai segnali positivi offerte alla Scandone nella prima fase. Prezioso occasione di crescita per il Quinto che, in attesa dell’arrivo di Inaba, scenderà in acqua senza avere nulla da perdere.

LE PARTITE DEI DUE GIRONI SARANNO TRASMESSE IN DIRETTA STREAMING: SUL CANALE YOU TUBE DELLA RN SAVONA (><)  E SULLA PAGINA FACEBOOK DEL DEL TELIMAR PALERMO (><)

Al link il programma completo con date e orari ><

Sono i capitani delle otto squadre che puntano alla Final Four a presentare questo secondo turno della Coppa Italia.

Girone “E” - Savona, Piscina Zanelli
Pro Recco, RN Savona, CC Ortigia,  Roma Nuoto

Leka Ivovic (Pro Recco): Non è un girone semplice. Ortigia e Savona sono ottime squadre. Il Savona si è rinforzato con alcuni miei ex compagni, come Fondelli, Massaro e Molina. Inseriti in una già ottimo team. In questo momento della stagione non è facile: anche noi abbiamo fatto solo quattro settimane di preparazione con il nuovo mister e ci dobbiamo adattare alle nuove idee e vedremo in questo turno di coppa cosa siamo riusciti ad assimilare.
Valerio Rizzo (RN Savona): il nostro percorso continua, anche con questo secondo turno di coppa. Il nostro obiettivo è di arrivare a “fare” il nostro gioco. Nuotate tecniche, gioco in verticale quando siamo addosso all’avversario, tanta profondità, difesa a cercare il pallone, di tanta intensità. Tutto ciò lo stiamo cercando con il lavoro fisico che stiamo preparando quotidianamente. Certamente daremo come sempre il massimo, chiunque avremmo davanti, ma per arrivare ad una quadratura di squadra, con schemi collaudati, forse non è ancora il nostro momento. Come del resto ho potuto capire vedendo anche altre squadre: ci stiamo preparando da poco, dopo uno stop di mesi.
Massimo Giacoppo (CC Ortigia): non sarà facile passare il turno: il nostro obiettivo e piazzarci alla spalle dei campionissimi. Stiamo navigando a vista: siamo in un momento, come penso anche gli altri, particolare della preparazione. Non abbiamo ancora quella brillantezza per i carichi di lavoro. Abbiamo superato il turno scorso giocando al 40 per cento delle nostre possibilità. Per passare a Savona dovremmo arrivare al 120 per cento. Recco e Savona sono ottimi team: Alberto Angelini è un grande allenatore, è riuscito ad infondere ai suoi una parte del suo carattere grintoso. Per quanto riguarda il Recco, credo che sia all’anno zero: ha cambiato tanto, e sono sicuro che troverà quella amalgama che negli ultimi anni sembrava aver perso.
Francesco De Michelis (Roma Nuoto): L’esperienza che andremo a fare a Savona sarà importante. Ci permetterà di legare ancora di più fra di noi sia dentro che fuori dall’acqua. Cercheremo di fare del nostro meglio e di migliorare dal punto di vista del gioco così da essere pronti per l’inizio del campionato. Siamo ancora in fase di rodaggio, la squadra è ancora in costruzione, ci impegneremo comunque al massimo per ben figurare anche se le avversarie sono di primissima fascia.

Girone “F” - Palermo, Piscina Olimpica
AN Brescia, Telimar Palermo, SC Quinto, CN Posillipo

Christian Presciutti (AN Brescia): senza dubbio è un girone interessante. Noi siamo ancora, come credo tante altre squadre visto il momento, un cantiere aperto, ma consapevoli di dove dobbiamo arrivare e di cosa vogliamo fare. In squadra ci sono tanti ragazzi nuovi, saremmo ancora senza Cannella e Lazic (in attesa ancora del visto), ma partita dopo partita ci stiamo unendo rendendoci conto del “come”. Chiaro che il nostro obiettivo è passare il turno: giocare più partite, giocare tutti insieme è la cura indispensabile per raggiungere il nostro fine. Con il solito impegno e tanta grinta.
Luca Bittarello (SC Quinto): Brescia a parte, che sarà a pronostico chiuso un po’ come è successo la scorsa settimana contro la Pro Recco, avremo due partite molto equilibrate contro Telimar Palermo e Posillipo, che saranno fondamentali anche per la preparazione del campionato al via il 3 ottobre proprio in casa della formazione campana. Siamo stati fermi a lungo, da inizio marzo, prima di riprendere a giocare con la Coppa Italia, per cui queste partite, contro avversarie di valore e in un arco di tempo così ravvicinato, sono particolarmente utili. Mi farebbe piacere rivedere in vasca lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto nello scorso fine settimana alle Piscine di Albaro: sia contro la Pro Recco, nonostante le vistose differenze, sia contro la Florentia ho visto una squadra combattiva e che ha sempre provato a dire la sua. Credo che la strada sia quella giusta.
Francesco Lo Cascio (Telimar Palermo): questo girone non sarà affatto semplice perché affronteremo tre formazioni ben strutturate. Il Brescia è sicuramente un gradino sopra le altre. Cercheremo di qualificarci per la Final Four giocandoci il tutto per tutto nelle prime due partite che sicuramente sono più abbordabili rispetto ad una formazione lombarda che secondo me è stellare e si giocherà lo scudetto con la Pro Recco. La scorsa settimana è andata bene perché siamo riusciti a seguire tutte le direttive del coach interpretando una straordinaria fase difensiva. Abbiamo giocato a buonissimi livelli ma siamo in fase di crescita e possiamo fare sicuramente meglio.
Paride Saccoia (CN Posillipo): sarà un girone molto duro perché andando più avanti s’incontrano squadre sempre più organizzate. Siamo molto curiosi di metterci ancora alla prova. Sicuramente superare il primo turno ha costituito una bella esperienza e la speranza è che anche questo secondo turno aiuti il nostro percorso di crescita. Andiamo in Sicilia per cercare di vincere più partite possibile anche se contro il Brescia sarà sicuramente molto difficile giocare ma proveremo a rimanere in partita il più possibile. Contro le altre due formazioni siamo curiosi di valutare a che livello siamo. Non è sicuramente facile in questo periodo giocare tre partite in ventiquattro ore ma arriviamo a Palermo, sostenuti dall’entusiasmo dei giovani, con la voglia di metterci nuovamente alla prova. Dobbiamo, al momento, tenere in considerazioni più gli errori che le cose positive perché i primi ci permettono di poter migliorare.

 

24 / 09/ 20