Alla fine sono stati tanti i fattori che hanno fatto pendera la bilancia verso il “nord”: la vicinanza a casa, la possibilità di giocare le coppe, senza dimenticare quella di essere protagonista.

Edoardo Di Somma, campione del Mondo in carica, dunque ha scelto: la prossima stagione sarà alla corte di Sandro Bovo. «Ho avuto diverse proposte, ma ho reputato giusto scegliere Brescia. Non dimentichiamoci che Sandro è un bravissimo allenatore e la prospettiva di lavorare con lui mi entusiasma».

Un anno di contratto con l’opzione per il secondo: dunque le prospettive di giocare in una squadra allestita pezzo per pezzo, che ha ambizioni ben precise, ha fatto la differenza. Nonostante alla spalle c’è un Recco che oggi come oggi è il top della pallanuoto italiana.
«Mi sono lasciato con Maurizio (Felugo, ndr) con grande cordialità. Ho passato momenti stupendi con il Recco, che mi ha aiutato dopo il grave incidente che ho avuto. Mi hanno dato fiducia, mi hanno fatto crescere. Mi hanno dato in prestito a Sport Management dove con Baldineti sono cresciuto sotto tutti gli aspetti. E’ comunque anche vero che, specie la scorsa stagione, non sono mai riuscito ad esprimermi al meglio, senza poter dimostrare quanto possa valere, sopratutto perché c’era una rosa molto ampia e certamente non ero al centro del progetto. Il prossimo anno ci saranno (si spera!) le Olimpiadi e non voglio assolutamente perdere questa occasione. La scelta di Brescia è motivata proprio per questo motivo: essere protagonista per poter confermare la mia presenza in azzurro».

 

22 / 05/ 20