Tabellini, stastiche e commenti al link ><

Gli esiti dell’undicesima giornata, la prima di ritorno della A1 femminile, hanno finito per determinare il “blocco” delle prime quattro posizioni della classifica.
Mancano due nomi da accostare a quelli di Orizzonte Catania, Plebiscito Padova, Rapallo e SIS Roma per formare il sestetto che dal 10 maggio prossimo andrà a dar vita alla final-six per l’assegnazione dello scudetto. Ed è su questi due nomi che si gioca ormai la partita. Florentia, Bogliasco, Milano e Verona sono le candidate con le scaligere entrate di prepotenza (ed un po’ a sorpresa) a far parte del gruppo. Hanno tutte la stessa possibilità di farcela. La loro distanza in classifica è minima e con tutta probabilità saranno gli scontri diretti (a cominciare da quello di sabato prossimo tra Florentia e Bogliasco) a decidere il loro destino.
E a proposito di destino sembra profilarsi buio quello di F&D H2O e di Torre del Grifo. La distanza dal gruppetto che precede la squadra che occupa attualmente il penultimo posto è ben superiore ai sei punti che necessitano per poter sperare nella salvezza ai play-out. Servirebbe uno scatto da centometrista. 
Tra le gare disputate oggi, la più combattuta (non ne avevamo dubbi) è stata quella tra Bogliasco e Rapallo. Il derby ligure non ha mandato deluse le aspettative. Ad aggiudicarselo, col minimo scarto (6-7) sono state le gialloblù di Luca Antonucci che hanno rotto gli equilibri nel corso dell’ultima frazione di gara grazie ad una rete (l’unica segnata nel corso del quarto tempo) di Carolina Marcialis
Per il resto hanno vinto con ampio margine sia l’Orizzonte Catania, andato ad espugnare con relativa facilità la vasca del Milano (siciliane avanti 3-11 a metà partita) a segno con nove giocatrici di movimento (l’olandese Van Der Sloot la più prolifica con 5 reti all’attivo); il Plebiscito Padova impostosi 16 a 6 in casa con l’F&D H2O con Elisa Queirolo, Devin Grab ed Elle Armit migliori realizzatrici con quattro reti a testa e la SIS Roma che grazie ad uno strepitoso avvio di gara (5-1 il vantaggio dopo i primi 8 minuti) ha spento le velleità della Florentia. Isabella Chiappini con 4 reti e Hayley McKelvey con 3, sul fronte toscano, le migliori realizzatrici del match.
E a proposito di reti realizzate da segnalare il primo gol “italiano” di Isabella Morrison, centroboa, classe 1990, componente della nazionale neozelandese che ha fatto il suo debutto con la calottina del Torre del Grifo nel match perso di misura in casa contro il Css Verona. L’avvio di questa gara è stata ritardato a causa di una pedana subacquea che è stata poi rimossa. L'inconveniente ha tuttavia determinato il forfait degli operatori tv che avrebbero dovuto garantire la diretta streaming della Federnuoto.

02 / 02/ 19