Ci ha lasciato oggi “Freccia”, al secolo Rosario Parmegiani. E’ deceduto all’Ospedale Galliera di Genova dove era ricoverato da qualche giorno. E’ stato uno del "Poker d'assi" (come racconta il compianto Mario Vitelli nel libro “La Leggenda del Settebello” di Adriano Cisternino) che presero parte alle trionfali Olimpiadi di Roma del ‘60 (gli altri erano Gigi Mannelli, Amedeo Ambron e Geppino D'Altrui) . 
Parmegiani, nato a Napoli ottantadue anni fa,  rarinantino doc, aveva ormai traslocato nel ‘59 al nord, per diventare, da temibile attaccante che era, il punto di riferimento dell’Elah Pegli. Gigi Mannelli, sempre per mano di Mario Vitelli, diceva di lui: «….possedeva il fiuto del gol ed una grande sensibilità di mano, pochi erano capaci di dribblare l’avversario come Rosario».

E fu lui l'autore della doppietta contro la Jugoslavia che portò il Settebello a disputare la gara che decise la medaglia d’oro. E fu ancora lui a realizzare il gol del pareggio con l'Ungheria (3-3) che consegnò l'oro all'Italia. Nel dicembre 2015 aveva ricevuto il Collare d'Oro - la massima onorificenza sportiva - proprio grazie a quella memorabile impresa.

Indossò la calottina della Fiat, quindi chiuse la carriera da giocatore nell’Andrea Doria, nel 1967, dove oltre che giocatore ne fu allenatore. Quindi saltò sulla panchina della Mameli, in serie B: nel ‘71 conquistò la promozione in A. Dopo Voltri, toccò le panchine di Nervi, Bogliasco e per circa sei mesi anche della Pro Recco.

Il 29 aprile del 2017 il CONI Lguria gli consegnò una targa per i suoi 80 anni, compiuti insieme a Remo Argeri e Tommaso “Cillan” Pizzorno .
Con la scomparsa di Parmegiani la pallanuoto italiana perde un pezzo indimenticabile di storia. In suo onore ecco quella meravigliosa formazione che nel 1960 vinse l’oro Olimpico a Roma: Danio Bardi, Giuseppe D'Altrui, Salvatore Gionta, Giancarlo Guerrini, Franco Lavoratori, Rosario Parmegiani, Gianni Lonzi, Luigi Mannelli, Amedeo Ambron, Eraldo Pizzo, Dante Rossi e Brunello Spinelli.
La nostra redazione partecipa con grande commozione al dolore della famiglia.

Domani, venerdì 14, presso la chiesa di San Francesco a Pegli (Genova) alle ore 17 sarà recitato il rosario, mentre sabato 15 nella stessa chiesa alle ore 11,45 i funerali.

Ciao Rosario, che la terra ti sia lieve.

Nella foto da sin. Claudio Drago, Remo Argeri, Rosario Parmegiani, Cillan Pizzorno, Silvio Todiere e Lorenzo Ravina.

Nel 1970 nel c.s Fiat a Torino.
Ceola,Bertello,Puleo,Cicoria,Consiglio,Piccardo,Perego, Parmegiani, Niola,Drago,Aversa.



 
13 / 06/ 19

Potrebbero interessarti