La stagione 2016/2017 è alle porte e grazie alle Olimpiadi appena concluse sembra essere la naturale prosecuzione di quella terminata a maggio con la Final Six scudetto di Sori.
Già al lavoro qualche squadra, dalla prossima settimana anche le tre napoletane inizieranno la preparazione in vista del campionato.
Il Posillipo da lunedì si ritroverà per migliorare il quinto posto ottenuto ai danno del Savona a fine maggio.
I nuovi arrivi, Vlachopoulos e Subotic in primis, seppur con caratteristiche o ruoli diversi, saranno chiamati a non far rimpiangere gli addii di Buslje e del capitano Valentino Gallo, passato dopo oltre 10 anni alla BPM Sport Management con il bronzo a cinque cerchi al collo. Subito nuoto, poi lavoro tecnico-tattico agli ordini del confermato mister Mauro Occhiello tra la piscina del Circolo e la Scandone.

Sempre lunedì alla storica Piscina della Mostra D’Oltremare si ritrova per la rinnovatissima Acquachiara guidata dal nuovo tecnico Pino Porzio, passato dalla scrivania al bordovasca della società presieduta dalla nipote Chiara e dal fratello, e compagno di mille avventure da giocatore, Franco. Squadra ricostruita dopo la stagione appena conclusa non proprio esaltante, mix di giovani ed esperti i nuovi arrivi, tra cui il mancino serbo classe '87 Vojislav Cupic, ex Oradea, (ma a guardare il suo curriculum si direbbe un girovago: Galatasaray,  Szeged, Koper e Radnicki) a ricoprire quel ruolo di attaccante che troppo è mancato l’anno scorso, il centro Ivan Krapic, dal Primorije, e Alberto Barroso detto "El Nino" dal Real Canoe. E proprio su questo attaccante Porzio punta molto.  
Tra i biancocelesti non ci saranno più Amaurys Perez, ritiratosi, e Andrea Scotti Galletta, attratto dal progetto di più ampio respiro proposto dalla Rari Nantes Salerno come coordinatore del settore giovanile oltre che giocatore della prima squadra.
Ma l’Acquachiara ha cominciato a gettare anche basi certe per il futuro attraverso un progetto di medio periodo che consentirà, grazie agli accordi con lo Sporting Flegreo per il settore femminile e con il San Mauro Nuoto di Christian Andrè, di curare e alimentare il vivaio nel tentativo di costruire in casa propria i futuri giocatori della prima squadra.

La Canottieri Napoli infine si ritroverà al Molosiglio mercoledi 31 priva del suo head coach, lo stakanovista Paolo Zizza, che dopo l’argento olimpico come vice di Fabio Conti nel Setterosa è già impegnato con la nazionale femminile under 19 nella preparazione del Campionato Europeo di categoria. Lascia la squadra nelle mani del suo fido collaboratore Enzo Massa fino alla prima metà di settembre quando potrà testare di persona la fame di rivincita di Alex Giorgetti, arrivato dalla Pro Recco per sostituire Darko Brguljan. Da chiarire, almeno ufficialmente, la situazione di Luigi Di Costanzo, vicino all’Arechi Salerno che gli ha offerto un ruolo stabile nel settore tecnico giovanile.
Per tutte e tre le compagini fino all’inizio del campionato previsto per il 15 ottobre tornei di propaganda in mare oltre che in piscina, nonché, ad esclusione della Canottieri qualificata alla seconda fase di diritto, la Coppa Italia dal 23 al 25 settembre.

Nella foto (C)GMTMezzelani,
Angelos Vlachopoulos durante la recente Grecia-Italia alle Olimpiadi

 

25 / 08/ 16