Duro colpo per la Chiavari Nuoto.
Tommaso Botto, lo storico capitano dei verde-blu, ha deciso di appendere la calottina al classico chiodo.
Il dolore all'anca ( parte del corpo preponderante per i movimenti della pallanuoto) non gli dà tregua e, nonostante l'operazione di protesi, le difficoltà di movimento ed il dolore persistente, non sono cessati.
Cosi Tommy, il cui rientro tutti attendevano con ansia per rinforzare numericamente tecnicamente i reparto arretrato, alla fine si è arreso, dando personalmente ufficialità ad una situazione che tutti ormai avevano capito come imminente ed inevitabile.
Genovese, del '91, Botto ha affidato tutta la sua carriera alla società chiavarese, nelle cui fila ha militato da giovane fino al termine.
E' uno dei tanti prodotti 'fatti in casa' su cui la società del presidente ,Ghio, ha imbastito il passato e con cui desidera proseguire nel futuro.
Nella sua carriera vanta, fra gli altri palmares un argento al Torneo internazionale 5 Nazioni del 2009 a Kazan.
Botto rappresenta uno dei tanti atleti che annualmente lasciano il mondo della pallanuoto giocata.
Per la Chiavari Nuoto, che lo vorrebbe ancora in vasca, e per il mondo pallanuoto , un vuoto sia sotto l'aspetto tecnico che umano.
Non lascerà sola la squadra in questa difficile avventura. Sarà sempre in vasca a condividere con gli ex compagni gioie e dolori.

23 / 12/ 17

Potrebbero interessarti