Autore

Se il penultimo turno di Champions riserva, nel Gruppo A, il derby d'Italia fra Recco e Brescia, nel Gruppo B la Sport Management è attesa da una difficilissima e delicata trasferta in quel di Szolnok.

I presupposti, già verificati nel turno precedente, laddove in terra magiara è caduto lo Jug, contro una formazione peraltro rimaneggiata (mancavano Prlainovic e Kis) potrebbero esserci tutti per mettere di mezzo la "matricola" Sport Management. Ma la certezza di quanto vale il gruppo assemblato con grande sagacia dal Prof. Tosi c'è. La consapevolezza della grinta che solo un grande tecnico come Gu Baldineti ha saputo dare, c'è.
E per non tralasciare nulla, anche occhi e orecchie della LEN puntati sull'incontro ci saranno.
Quindi, non resta che arrivare ad una conclusione:  l'esito dell'incontro sarà saldamente nelle mani dei Mastini.
«Sarà una gara per noi decisiva al 90% - confida il tecnico Baldineti-. Una partita difficilissima contro una squadra fortissima e che nello scorso turno ha battuto lo Jug Dubrovnik per 10-7. Un risultato che dimostra la loro forza. Noi però andremo lì per giocare e per provare a fare risultato e poi vedremo come andrà a finire. Sono partite difficili in cui ci sono talmente tanti fattori da affrontare e non basterà solo giocare bene, perché potranno essere tanti gli episodi decisivi. Noi però andremo in vasca per provare a fare del nostro meglio, come sempre».
All'andata finì 7-5 per Sport Management, che, dopo aver battuto nella partita d'esordio l'Olympiacos, si sono ripetuti con gli ungheresi.
Fischio d'inizio alle 19. Arbitreranno Franulovic (CRO), Gomez (ESP) .
La gara sarà trasmessa in diretta da Eurosport 2 e su Eurosport Player.

La classifica del Gruppo B dopo 12 giornate
Jug Dubrovnik 29, Sport Management 26, Olympiacos Piraeus 24, Szolnok 21, Jadran Split 12, Waspo Hannover 9, Mladost Zagreb 8, Spandau 04*7.

Che dire del "derby" d'Italia fra Pro Recco e AN Brescia? Forse qualcosa di diverso dagli ultimi anni? Se i Campioni d'Italia sono non solo certi della qualificazione alla finale di Hannover ma anche di chiudere il girone al primo posto, Brescia deve guardarsi le spalle da un possibile e non improbabile sorpasso del Barceloneta. Infatti i catalani incontrano la cenerentola del loro girone, la Stella Rossa, per poi fare visita all'Eger.Due partite decisamente alla loro portata.  Brescia dopo la Pro Recco incontrerà la Steaua Bucharest: per questo domani alla comunale di Sori la Leonessa tirerà fuori tutti i suoi artigli.
«Di fatto – dichiara il tecnico dell’An, Sandro Bovo -, il risultato di questa partita conta molto più per noi ma questo non toglie nulla al coefficiente di difficoltà della sfida: confermando in pieno i pronostici, loro si sono rivelati eccezionali. Il cammino che hanno fatto parla chiaro, non solo sono a punteggio pieno, ma hanno anche evidenziato tanta qualità e la vittoria, con sei gol di scarto, in casa del Ferencvaros, è solo l’ultima dimostrazione del potenziale recchelino. Quindi, sappiamo bene che sarà molto dura: dobbiamo andare a fare la nostra gara esprimendo il massimo delle nostre possibilità. Con Guerrato fuori da tempo, speriamo di avere Zeno Bertoli a pieno servizio; il resto del gruppo sta bene e sono curioso di vedere cosa salta fuori. Pur tenendo presente il loro straordinario valore, dovremo giocare a viso aperto con il giusto spirito agonistico».
A Recco sono consapevoli di quanto sia importante per i bresciani conservare il secondo posto nel girone, come conferma l'ex di turno, Willy Molina:«Vogliono arrivare secondi e ci aspetteranno con rabbia perché li abbiamo già battuti tre volte in stagione. Sarà un match fisico e dovremo essere bravi a livello nervoso: se giochiamo come sappiamo faremo nostra la contesa».
Si inizia alle 20.20. Arbitri Margeta(SLO), Stavridis(GRE). E ci sarà pure Gianni Lonzi come delegato LEN.
Diretta tv su Sky e Eurosport Player, in differita, alle 23, su Eurosport 2

La classifica del Gruppo A dopo 12 giornate
Pro Recco 36, AN Brescia 26, CNA Barceloneta 25, FTC Budapest 16, Eger e Dynamo Moscow 15, Steaua Buchrest 6,  VK Crvena Zveda 0.


Nella foto d'archivio
Gianni Lonzi

 

 

 

23 / 04/ 19

Potrebbero interessarti