Autore


Pro Recco – Steaua Bucharest 23-5

Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio 2, Zalanki 7, Marini 1, Younger 3, Bertoli 1, Presciutti, Echenique 1, Cannella 4, Velotto 1, Loncar, Hallock 3, Negri.
All. Sandro Sukno
Steaua Bucharest: Tic, M.Gheorghe, Negrean 1, Fulea, Vancsik, Neamtu 1, Mudrazija, V.Georgescu 2, A.Gheorghe 1, Oanta, Iudean, Goanta, Dragusin.
All. Aurelian Georgescu
Arbitri: Berishvili (GEO), Rakovic (SRB)
Parziali: 4-1, 5-2, 7-2, 7-0

Non è facile commentare questa straripante vittoria della Pro Recco: già perché vincere con diciotto reti di scarto ha un solo significato. Essere una formazione stratosferica. Un ritorno amaro in Liguria per il bravo Aurelian Georgescu, che ha legato il suo nome a Camogli e Sportiva Nervi negli anni passati.
Certamente la Steaua non è un club di primissima fascia, ma per essere ammessa alla fase a gironi della Champions, ha vinto il campionato in Romania, ha, insomma avuto i suoi numeri.
Ma il muro biancoceleste è stato, in quel di Albaro a Genova, un qualcosa di travolgente. E poi, con un Zalanki che va sette volte a segno, Cannella quattro, Hallock e Younger tre, diverso epilogo non ci si sarebbe potuto aspettare.
Spazio anche per il giovanissimo Emanuele Marini (sedici anni) che brinda al suo esordio in Champions andando anche in rete, mentre Ivovic, Aicardi e Figlioli sono rimasti a riposo.
«Sapevamo di essere più forti, ma l'approccio alla gara è stato ottimo – ammette mister Sukno – segnare 23 gol non è mai facile. Siamo stati aggressivi fin dall'inizio, si vede che miglioriamo. Sono molto contento per l'esordio con gol del nostro Marini, un ragazzo cresciuto nel nostro settore giovanile».

RIEPILOGO RISULTATI GRUPPO B

Jug Dubrovnik - CN Marseille 9-14
Spandau 04 Berlin - Waspo 98 Hannover 11-11
Crvena Zvezda - OSC Budapest 8-11
Pro Recco - Steaua Bucharest 23-5

LA CLASSIFICA

Pro Recco e  OSC Budapest 6, CN Marseille, Jug Dubrovnik e Crvena Zvezda 3, Spandau Berlin e Waspo Hannover 1, Steaua Bucharest 0.

Nella foto
Gergo Zalanki


 

10 / 11/ 21