Autore


Jug Dubrovnik - Pro Recco 11-8  

Jug Dubrovnik: Popadic, Vukojevic, Fatovic 3, Burdjelez, Jokovic, Papanastasiou 1, Tomasovic, Argyropoulos 3, Krzic, Kakaris 1, Benic 2, Zuvela 1, Vukojevic.
All.Vjekoslav Kobescak
Pro Recco: Del Lungo, Di Fulvio 1, Zalanki 2, Nuzzo, Younger 2, Presciutti, Cannella 1, Ivovic 1, Velotto, Aicardi, Hallock 1, Negri.
All.Sandro Sukno
Arbitri: Kun (HUN), Stavridis (GRE)
Parziali: 2-3, 4-2, 4-1, 1-2

Senza Figlioli, Bertoli, Echenique, Loncar e Marini, con a referto solo  dodici atleti fra cui il giovane Nuzzo, la Pro Recco incassa la prima sconfitta stagionale in Champions, perdendo 11-8.
Complice anche uno stato di forma precario per alcuni suoi atleti fermi causa covid, i biancocelesti nel primo quarto danno l’impressione di esserci. Illusione che dura poco: i padroni di casa nei due tempi centrali mettono i campioni d’Europa in carica alle corde sorretti anche da un Popadic in serata di grazia. Nell’ultimo quarto il Recco accenna ad una reazione, ma ormai il destino è segnato: lo Jug si tiene stretto i tre punti, mentre i biancocelesti (in special modo Sukno che è nato proprio a Dubrovnik) rientreranno in Italia consci che, senza le assenze, sarebbe stata tutt’altra gara.
«Complimenti allo Jug perché ha vinto meritatamente, noi eravamo in difficoltà, avevamo tanti assenti e diversi giocatori senza allenamento: a questo livello, con questo tipo di pallanuoto, non puoi permetterti di non essere al 100 per cento fisicamente – così Sandro Sukno a fine gara -. La responsabilità è mia, perdere non è mai piacevole, ma questa partita ci servirà per il futuro».

***   ***   ***   ***

AN Brescia - Jadran Split 6-5

AN Brescia: Tesanovic, Dolce 2, Presciutti, Rivetti, Lazic, Balzarini, M. Gianazza, Luongo 1, Di Somma 3, Gitto.
All. Sandro Bovo
Jadran Split: Anic, R.Buric, Marinic-Kragic, Cagalj, Jankovic, Pejkovic, L.Bukic 1, Kharkov 2, Delic 1, Dobud, Stojanac 1, Duzevic.
All. Mile Smodlaka
Arbitri: Bouchez (FRA), Rakovic (SRB)
Parziali: 2-1, 0-1, 1-1, 3-2

L'An Brescia va oltre tutto e oltre tutti. Va oltre il Covid19, supera uno Jadran Spalato che avrebbe dovuto vincere a Mompiano a mani basse. E scansa anche un regolamento della Champions assurdo, che non prevede alcuna possibilità di rinvio in caso di un alto numero di contagiati. Quello di ieri non è stato un incontro normale, ma qualcosa di epico. Una partita da sopravvissuti e sopravviventi, che la formazione bresciana ha dovuto affrontare con l'handicap di ben cinque giocatori in meno: in una sorta di sliding doors le porte si aprono per il rientro di Di Somma, Presciutti e Gitto, tornati negativi; ma si chiudono con l'esito dei tamponi molecolari prima e antigenici poi, tenendo fuori dalla vasca Bicari, Renzuto, Alesiani, Tommaso Gianazza e Vapenski, tutti positivi. Rivoluzionata così la mattinata di Bovo, che richiama in servizio Matteo Rivetti, fermo da tempo ed è costretto a schierare il secondo portiere Matteo Gianazza come giocatore, per avere un cambio in più, presentando di fatto 8 giocatori abili, dei quali tre fermi da oltre 20 giorni. In mezzo a tutte queste difficoltà l'An Brescia dimostra una volta in più di aver un cuore immenso e capace di compiere un mezzo miracolo, che consente a Presciutti e compagni di chiudere il girone d'andata saldamente al primo posto, con ben 6 punti di vantaggio sulle quarte Novi Beograd e Barceloneta.
Quasi incredulo anche il tecnico Alessandro Bovo: «Abbiamo vissuto una settimana incredibile, abbiamo fatto 300 tamponi e respirato incertezza ogni giorno, dovendo preparare questa gara solamente in una giornata - analizza il tecnico dell'An Brescia -. Con tre giocatori che non toccavano l'acqua da troppi giorni abbiamo puntato ad addormentare la partita, tenendo ritmi insolitamente bassi per noi, riuscendo a chiudere molto bene in difesa. Posso solo ringraziare gli otto ragazzi che sono scesi in vasca, perché sono stati veramente immensi».
Ora l'An può smaltire il Covid e pensare alla sfida con il Recco del 23 gennaio.
(ha collaborato Fabrizio Vertua)

CHAMPIONS LEAGUE
7ª giornata Tutti i risultati


Girone A

Dinamo Tbilisi – FTC Budapest 7-14
Olympiacos Pireo - VK Radnicki 11-7
CNA Barceloneta - VK Novi Beograd 12-12
AN Brescia - Jadran Split  6-5

Classifica

AN Brescia 17, Olympiacos 16, FTC Budapest 13, CNA Barceloneta e  Novi Beograd 11, Jadran Split 6, Radnicki 4, Dinamo 0

Girone B

Jug Dubrovnik - Pro Recco 11-8
OSC Budapest - Spandau04 Berlin rinviata (per covid)
Steaua Bucarest - Waspo98 Hannover 9-10
CN Marseille - Crvena Zvezda (rinviata per la sospensione del volo causa nebbia)

Classifica

Pro Recco 18, CN Marseille e Jug Dubrovnik 15, OSC Budapest 10, Waspo Hannover 8, Spandau Berlin 4, Steaua Bucharest 3, Crvena Zvezda 3.

Nella foto
Petar Tesanovic

 

 

 

12 / 01/ 22