Waspo Hannover – AN Brescia 8-6
Waspo Hannover: Schenkel, Corusic, Bukowski 1, Real 2, Brguljan 2, Radovic 1, Jokic, Preuss, Sekulic, Estrany Esforzado, Ban, Winkelhorst 2, Sucic.
All. Karsten Seehafer
AN Brescia: Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 2, M. Guidi, Paskovic, Rizzo 2, Muslim, Nora 1, N. Presciutti 1, Bertoli, M. Janovic, Vukcevic, Morretti.
All. Alessandro Bovo
Parziali: 3-1, 2-1, 0-2, 3-2
Arbitri: Peris (CRO), Teixido (ESP).
Hannover – Non è sicuramente una squadra materasso ma comunque tra le meno temibili del girone. Eppure l’Hannover sorprende il Brescia nell’esordio della fase a gironi di Champions in maniera anche convincente. Poi guardi il roster dei tedeschi e pensi che magari non ci sta la sconfitta sulla carta, ma tutto sommato non sono proprio gli ultimi arrivati, schierano ben 4 ex “italiani” che sicuramente avranno raccontato qualcosa degli avversari ai propri compagni. Jokic in cabina di regia (scusate se è poco…), Brguljan che anche stavolta non perdona, poi Radovic e Ban guidano i padroni di casa a una vittoria che fa tanto morale per loro.

E il Brescia? Aspetta la carica di Christian Presciutti per aprire le danze a 6” dalla fine del primo parziale, ma è gia sotto di tre gol. Continua a non carburare, i tedeschi ne approfittano, provano ad allungare e ci riescono, solo Nora tiene i suoi a galla.
Bovo è infuriato ma cerca di mantenere la calma e butta nella mischia il giovane Morretti tra i pali per dare la scossa alla difesa, apparsa evidentemente deconcentrata. Funziona l’idea che ultimamente tanti allenatori mettono in pratica sacrificando il portiere titolare, almeno il terzo parziale trascorre con la rete italiana inviolata, la squadra con l’altro Presciutti e Rizzo riesce ad arrivare sul -1. Ultima frazione, ci credono ma Brguljan allunga di nuovo, i tentativi ancora di Rizzo e del capitano servono solo a non scavare il solco nello score.

«Il nostro approccio alla partita è stato decisamente negativo – commenta a fine gara Alessandro Bovo -, nelle primissime azioni abbiamo perso palla per passaggi sbagliati, sia nella scelta di tempo che nella misura, dovremo analizzare bene le ragioni del nervosismo di stasera. Nella seconda metà di gara, abbiamo fatto meglio ma non è bastato. Hannover ha giocato meglio e ha meritato: è un’ottima squadra, con una notevole organizzazione di gioco e una rosa completa, con difensori arcigni, centri che sanno fare il loro lavoro e tiratori di qualità».   

Bruttino il Brescia di questa sera, diverso dovrà essere quello che  affronterà Barceloneta e Olympiakos (pari tra loro oggi) a Mompiano nei prossimi due turni. Il girone è lungo e niente è perduto, di sicuro il pubblico offrirà una spinta in più, la caratura degli avversari farà il resto tirando fuori il meglio dai ragazzi di Bovo. Curiosità: anche lo Jug perde di misura a Mosca con la Dinamo nello stesso girone.
Mal comune,mezzo gaudio…

I risultati del Gruppo A
VK Partizan - OSC Budapest 7-11  (2-4, 2-2, 2-1, 1-4)
Dynamo Mosca - Jug Dubrovnik 12-11 (1-2, 3-5, 4-2, 4-2)
CNA Barceloneta - Olympiakos Piraeus  7-7 (1-1, 2-1, 1-1, 3-4)
Waspo Hannover - AN Brescia 8-6 (3-1, 2-1, 0-2, 3-2)


Nella foto ©bkstudio.ch
Alessandro Nora

25 / 10/ 17

Potrebbero interessarti