Autore


Steaua Bucharest – AN Brescia 5-8

Steaua Bucharest: Dragusin, Gheorghe 1, Marinic Kragic 1, Fulea 1, Chioveanu, Prioteasa 1, Vatrai, Szabo 1, Cuckovic, Dereviankin, Ghiban, Goanta, Tic.
All. Andrei Iosep
AN Brescia: Brescia: Del Lungo, Garozzo, C.Presciutti, Figlioli 2, Gallo 1, Rizzo 2, Muslim 1, Nora, N. Presciutti 1, Bertoli, Janovic, Vukcevic 1, Morretti.
All. Sandro Bovo
Arbitri: Stanojevic (SRB), Vlasic (CRO)
Parzaili: 2-2, 0-2, 1-3, 2-1

Parte con il piede giusto il Brescia nella sua prima uscita nel girone degli ottavi di Champions League. A Bucharest supera nettamente la Steaua e mette i cascina tre punti importanti. Dopo aver messo a segno la prima rete della gara con Muslim, la formazione di Bovo ha incassato il doppio ritoro dei padroni di casa, vanificato da Rizzo, che dopo un'azione manovrata fredda con una botta radente il palo destro Dragusin. Nonostante la formazione biancoazzurra non sia ancora al topo, ma sopratutto grazie alle due nuove new entry, Figlioli e Gallo, che danno un ordine diverso al gioco, nel secondo quarto arriva il sorpasso con Nicholas Presciutti ed ancora Rizzo.
Tra il secondo e il terzo tempo, arriva il parziale di 5 a 1 che, di fatto, decide il match, con la seconda frazione chiusa senza subire gol e con la Steaua che, a furia di non trovare sbocchi, finisce per cedere un po’ al nervosismo (a fine del terzo periodo, cartellino rosso al centroboa Dereviankin)fino alla botta finale di Figlioli che relizzerà l'ottava rete biancoazzurra.

«Era molto importante vincere – commenta a fine gara Sandro Bovo – e l’obiettivo è stato centrato con una performance di qualità, soprattutto in difesa. Al contrario di quanto fatto ad Hannover l’anno passato, l’approccio è stato buono e, durante la gara, la concentrazione è rimasta notevole. All’inizio abbiamo faticato un po’ con l’uomo in più poi, però, abbiamo corretto questo fondamentale; una volta preso il largo, siamo stati bravi a gestire senza particolari affanni».

Nella foto
Valerio Rizzo

17 / 10/ 18